Tina/Kiara


Queste liriche sono state scritte da me per le mie care nipotine che vivono in Irlanda, ma io le dedico qui con piacere a tutti i bambini di questo mondo.

 Tina

Tina

Ti ho
in mente
più della ragione
luccicante
come il filo
di saliva
trasparente
che ti ride
sulle guance
E mi affascina
il mistero
di come
il tutto
inarticolato
prenderà
la forma
che già
innamora

Kiara
Kiara

Tu vedi
l’oltre
con stupore
cose non dici
ma sei
un nuovo linguaggio
che impregna le cose.
Ti seguo
incerta
in un mondo incerto
sarà anche tuo
e sarà bello
giocarci
quel tanto che basta.

Annunci

15 risposte a "Tina/Kiara"

  1. i bambini sono un linguaggio che impregnano di purezza tutto ciò che li circonda…io so che Giulia ha quattro figli e penso a come quella casa sia così impregnata di linguaggio, di innocenza, di spontaneità di gesti, di sorrisi e doni gratuiti e spontanei…quante cose da adulti perdiamo, quante cose ci lasciamo alle spalle per beni che ci paiono più utili, più importanti…un abbraccio a tutti i bimbi del blog. Nicola P.

    Mi piace

  2. il fatto è che il mondo è cattivo…aveva ragione Pascoli, il Pascoli del X agosto. Il mondo è cattivo, noi vogliamo farci le ossa per affrontarlo al meglio, ma poi diventiamo cinici ed è peggio che se subissimo violenza. Carlo

    Mi piace

  3. Ma forse non è un perdere…forse non dobbiamo perdere certi valori, quello stupore che abbiamo da bambini…dobbiamo coltivarlo finchè viviamo. Fabio

    Mi piace

  4. le prime volte che mi hanno posto un testo di Pascoli sotto al naso, pensavo fosse diventato poeta per caso…poi mi hanno insegnato a leggere tra le righe, a vedere dietro ai simboli, dietro a quelle parole che hanno il sapore delle fiabe ed ho capito che cosa avrei perso con l’età adulta. elisabetta

    Mi piace

  5. olktre vedono i bambini, oltre l’orizzonte essi riescono a guardae, forse è per questo che solo loro riescono a sognare ad occhi aperti, a rincorrere per minuti interi un aquilone, a piangere per la bolla di sapone che è scoppiata…aveva ragione il vecchio Pascoli quando ci incitava a dar ascolto alla voce di quel fanciullino ce è dentro di noi:non lasciamolo in silenzio, faciamo in modo che ancora possa strillare e ridere di gioia, piangere disperato…ma che sia vero, che sia autentico, che sia la parte di noi più vulnerabile e più sensibile all’amore…alla bellezza di questa nostra vita che inesorabile ci scivola dalle mani…e noi rimaniamo incastrati nelle nostre gabbie di difesa, quando solo la verità ci rende liberi…e questo lo sanno soltanto i bambini! Purtroppo.

    Mi piace

  6. il mondo sarà dei vostri bimbi..fate in modo che sia un mondo di pace, un mondo dove la verità dell’amore ci unisca tutti…fate in modo che possano essere persone, un domani, capaci di amare e di sperare…senza pregare non si sa amare nè tantomeno pregare.
    Vi ringrazio per la bellissima lezione che questo rimando al passato mi ha offerto. Una benedizione a tutti i bimbi del blog.Filippo

    Mi piace

  7. mi affascina il mistero…il mistero della vita stessa, il mistero di ciò che l’uomo e la donna insieme sono capaci di fare, di ciò che l’amore è capace di fare…stupefacente…i nostri bambini sono lo stupore dello stesso Dio dinanzi a un uomo e a una donna che si amano!

    Mi piace

  8. ..e giocarci qel tanto che basta, giocare con la sofferenza, con le difficoltà…prendere sul serio la Bellezza e imparare giorno dopo giorno a pregare e ringraziare Dio per il dono della vita fatto dai nostri genitori.

    Mi piace

  9. incerti, inarticolati…piccoli puzzle del nostro DNA, i nostri figli…l’esperienza più grande e stupefacente per noi che li vediamo crescere, camminare, prendere il largo…non più incerti, non più con un linguaggio inarticolato…dobbiamo insegnare loro passi d’amore, parole d’amore:il compito più bello per chi li ama! Tiziana

    P. S. grazie, Alberta, per avermi ricordato questo post

    Mi piace

  10. I bambini…lasciate che i bambini vengano a me! In un mondo dove i bambini vengono usati e maltrattati, vorrei riflettere sulla purezza di queste creature, sulla loro anima, che non è macchiata da peccato, che guarda con speranza al futuro, che non è corrotta. Hanno una strada, davanti, i nostri bambini. Quando Carlo pubblicò queste due liriche la maggiorparte della nostra “famiglia virtuale” era ancora nel “mondo dei sogni”. I bambini sono quanto di più prezioso il nostro mondo abbia, dobbiamo loro portare rispetto, ma soprattutto dobbiamo imparare da loro come si vive…hanno tanto da insegnarci, ed ammiro moltissimo le mamme del nostro blog per la loro dedizione, per l’amore con cui su queste pagine hanno parlato dei loro figli e da queste pagine hanno sicuramente preso spunto per le loro fiabe della buonanotte più belle. Grazie a tutti. Paolo

    Mi piace

  11. Caro Carlo, che dire, ti ringrazio delle lacrime che riempiono i miei occhi di nuove e vecchie emozioni, che mi fanno sentire viva e fiera di essere tua sorella

    Mi piace

  12. Assai delicate…però leggo un velo di tristezza come il mio per un certo sciocco commento che ho letto…un vero peccato, peccato e irriverenza verso qualcosa che forse è troppo alto per poter essere da tutti compreso.a presto salvatore

    Mi piace

  13. Rischio di diventare monotona…ma sei veramente bravo a cogliere e fermare questi momenti di poesia…Queste alle tue nipoti sono belle, ma quella nel post di sotto è splendida. Ma dove lo trovi il tempo da dedicare alla poesia? Bacio. Concertoperme.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.