Annunci

Intesa/Intesa


Intesa

Sentirti
fino a combaciare
le parole
quel tutto
d’un fiato
in quel niente
nel silenzio…

 Zeus e Pongo
INTESA

Dietro l’ombra
del silenzio
sentire solo
il tuo odore.
E trascinati altrove
rimaniamo.

Annunci

  1. grazie Paolo…anche se so che nessuno di noi dà importanza a questa festa fa comunque sempre piacere ricevere un pensiero…soprattutto quando proviene da un uomo di cultura!

    Mi piace

  2. l’intesa, dunque, non è solo un capirsi al volo e un condividere le esperienze più importanti della nostra vita, è una stima, un affetto, una corrispondenza di sensi, una passione che valica luogo e spazio, un patto che si stringe per l’eternità….nonostante tutto, rimaniamo! Purtroppo Catullo non ebbe la fortuna di trovare intesa con Lesbia, la quale subito lo tradì abbandonandolo alla totale disperazione che di certo lo portò alla morte. Ecco, l’intesa è sicuramente un qualcosa che ci tiene in vita, ci fa sentire vivi ed indispensabili, o perlomeno necessari, con la persona che ci intende alla perfezione, con la quale la metà della nostra platonica mela combacia!

    Mi piace

  3. se la seconda lirica avesse preso spunto dal carme 109 di Catullo, allora quel RIMANIAMO davvero dovrebbe essere un sottolineare il foedus che è intrinseco nell’intesa

    Mi piace

  4. per Caullo l’amore è un patto inviolabile, nutrito da affetto e desiderio, passione e stima reciproca, un’amicitia che comporta necessariamente degli obblighui (officia).

    Mi piace

  5. sottolineo poi come nessun lettore moderno può comprendere bene il termine amicitia di un romano del tempo, perchè amicitia è un a parola fondamentalmente politica e giustamente intesa come tale per i lettori cntemporanei all’autore. Enrica F.

    Mi piace

  6. e in Ctullo il termine AMICITIA indica che nei rapporti sociali e politici ci sia una alleanza con obbligo di aiuto reciproco…da qui il mio riferimento di ieri al termine INTESA così come recita lo Zingarelli. Volevo farvi vedere la matrice letteraria di tale termine.

    Mi piace

  7. l’amore, l’intesa, per Catullo è un foedus, un patto consacrato dal giuramento di cui sono garanti gli dei, un qualcosa che gode della protezione divina

    Mi piace

  8. e forse da questo punto di vista quel RIManiamo POTREBBE ESSERE RICONDOTTO A sanctus, UN QUALCOSA DI INVIOLABILE è L’INTESA PER cATULLO, COME LO è NEL NOSTRO POST. pAOLA

    Mi piace

  9. lancio un amo per domani, per stuzzicae gli studenti. Se noi cerchiamo la parola INTESA sul vocabolario, ci viene spiegato che questo sostantivo indica un impegno reciproco, che può essere anche segreto, ad una determinata linea di condotta.
    Ora, noi abbiamo dato, giustamete a questa parole, un altro significato, l’abbiamo inteso come se fossse una comprensione armonica di sensi tra due persone, l’abbiamo inteso quasi come un participio passato sostantivato del verbo INTENDERE, cioè comprendersi, afferrarsi al volo, capirsi alla perfezione.
    Vorrei stuzzicare la vostra fantasia e proporvi di andare a cercare in un autore antico in particolare l’intesa sentita in doppia valenza, come l’abbiamo vista noi e come recita il vocabolario della lingua italiana.
    Sono sicuro che verrà fuori qualcosa di bello.

    Mi piace

  10. ..la nostra presenza….invisibile talvolta, percepibile solo col pensiero…io ti penso, tu mi pensi e ci si incontra in un mondo che è tutto per noi ma per gli altri non esiste, è nulla.
    Rimaniamo sempre. Noi.

    Mi piace

  11. Che poi è proprio l’unione spirituale che connota l’intesa…non è a mio parere solo un affiatamento, così come ci può essere nel lavoro o tra compagni di squadra…anche quella è un’intesa, certamente, ma questa è per me una comunione di anime che trovano tutto pur nel silenzio, si riconoscono dall’odore e non hanno bisogno di parole per constatare che i loro pensieri combaciono e i loro cuori battono all’unisono. Federico

    Mi piace

  12. o forse è una specie di ablativo assoluto:pue essendo trascinati, altrove le nostre menti vagano, verso te che vaghi verso me, per ritrovare ancora quell’intesa non fatte a di parole, ma di una unione spirituale. Marta

    Mi piace

  13. io la intenderei così:trascinati dalla vita le nostre anime rimangono fisse, ancorate altrove, in un luogo che è al di là dell’immaginario e che si fa concreto solo quando ci si incontra, anche telepaticamente…Carlotta

    Mi piace

  14. trovo gli ultimi due versi particolarmente belli e complessi. Essi possono essere oggetto di una duplice interpretazione:

    – E trascinati altrove
    rimaniamo (qui)

    – E trascinati
    altrove rimaniamo

    Guardate come l’enjembement ed il chiasmo giocano sulla semantica e sul senso delle parole…

    Mi piace

  15. in questa intesa le nostre menti sono trascinate altrve, i nostri corpi si muovono nella dimensione dell’estasi, ancora una volta il tutto si fonde con il niente, le parole ed il silenzio sono un tutt’uno, espresso, non esprimibile…

    Mi piace

  16. il tuo odore è qualcosa di unico ed inconfondibile, lo riconoscerei tra mille…come il cucciolo ancora cieco riconosce la madre proprio dall’odore…e la cerca, a tastono, e la trova, a lei si unisce, senza lei non potrebbe sopravivere

    Mi piace

  17. Le orecchie, gli occhi, lasciano spazio al naso. Non ti ascoto, non ti parlo, ma comunque percepisco la tua presenza attraverso l’odore, il tuo profumo…è un qualcosa, il profumo, di estremamente personale…dono di sè.

    Mi piace

  18. proietta la sua ombra, il silenzio, e dietro a quell’ombra di niente, l’unica cosa che avverto è il tuo odore, richiamo fortissimo per la mia anima, nutre di te tutto me stesso

    Mi piace

  19. ma secondo me l’ombra è un qualcosa di negativo, l’ombra è sempre qualcosa che mette inquietudine, paradossalmente è un ostacolo da superare…Laura

    Mi piace

  20. L’hic ed il nunc nell’intesa sono due categorie sempre presenti. Potremmo dire che i due si intendono, sono onniscienti, tutto sanno, tutto vedono, tutto percepiscono, vedono pur dietro l’ombra del silenzio…e non hanno in mano nulla!

    Mi piace

  21. e tutto, questo tutto che non è niente, che non si concretizza, avviene religiosamente nel silenzio…come un presagio di chissà quale felicità nuova (direbbe Pascoli!)

    Mi piace

  22. e quando te lo trovi difronte, questo qualcosa, questo qualcuno che è la metà esatta della tua mela spaccata, te lo bevi tutto, lo gridi tutto d’un fiato…tanta è la gioia di esserti ricongiunto!

    Mi piace

  23. il tutto è un attimo, l’intesa è un attimo, una frazione di secondo che può durare tutta l’eternità. E’ afferrare un qualcosa che non si può toccare, ma è assoluto, non si vede…è un niente

    Mi piace

  24. una sola è la lingua degli amanti…ogni coppia trova poco per volta i suoi rituali, i suoi piccoli gesti, parole spesso non dette, sottese, sussurrate…gridate!

    Mi piace

  25. le tue parole potrebbero essere le mie, le mie potrebbero essere le tue eforse è veramente così: nll’intimità del nostro cuore noi parliamo lo stesso idioma.

    Mi piace

  26. sentirti equivale a percepire ciò che stai pensando. se ti sento, ti prendo per mano e coloro insieme a te il tuo sogno. Altrimenti si lasciano solo segni neri sul bianco ed un foglio che dalla rabbia si vorrebbe solo accattorciare

    Mi piace

  27. Non solo:per me è il dono che l’altro ci fa di essre così trasparente da farci percepire la sua anima, i suoi pensieri più intimi, forse oscuri anche a lui… Elisabetta

    Mi piace

  28. ci sono alcuni carteggi letterari che mi hanno fatto pensare all’intesa tra due anime, vedi ad esempio lo stesso epistolario tra Abelardo ed eloisa.
    Sono due liriche , queste, ben studiate anche dal punto di vista tecnico…mi piacerebbe fare un po’ di analisi con voi…

    Mi piace

  29. Paolo diceva che pur vivendo lontani si può pensare ad una stessa immagine da riferire ad un contesto testuale particolare. Questo però a mio avviso avviene quando si condivide non solo un’immagine ma anche, e spesso, un’esperienza legata a quella immagine, un’esperienza di vita importante, che segna in un certo modo l’esistenza, ne scandisce il tempo, ne è una tappa.

    Mi piace

  30. Nicola parlava ieri di post sensoriale ed io condivido pienamente la sua opinione. Il sentire, il percepire, l’intendere che una persona è in grado di accoglierci e di apprezzarci per ciò che siamo, con l’umiltà della nostra anima nuda, con le nostre miserie ci aiuta a non sentirci soli nel mare della vita

    Mi piace

  31. quelle due mani che combaciano e smettono di tremare sono trascinate altrove….altrove sono le anime degli amanti, non in quel letto, la passione trasporta i loro corpi altrove…le loro mentisono fuori da quella stanza…è cerebrare quell’immagine della seconda lirica:essere e nion essere, essere altrove eppure rimanere, rimanere legati, a vita, a quelle mani che combaciano con le nostre e che sole sono capaci di trasportare la nostra anima altrove….questa è la poesia non fatta di parole!

    Mi piace

  32. è vero:ci sono persone con le quali ci si intende al volo, anime legate da ffinità eletive che creano tra loro un continuo dialogo muto ed armonico, perfetto…ma forse l’intesa può essere anche un qualcosa che si crea col tempo, con il vissuto. Un vissuto che non appartiene solo a noi, ma anche a chi sa creare intesa con noi. Carlotta

    Mi piace

  33. l’intesa è quando basta un’occhiata per esprimere una sensazione, per trasmettere un desiderio, un’emozione che si sta vivendo e che si vul condividere con chi amiamo. Federico

    Mi piace

  34. Com’é bella la vita, proprio come in queste pagine possiamo passare dalla solitudine di ieri al combaciare…cosí é la vita, la straordinaria bellezza di essere, essere vivi, essere al mondo…per provare la diversitá di tutti questi sentimenti che fanno parte del nostro essere Natura. Penso a due mani che si sfiorano quasi tremanti di eccitazione e poi combaciano, come su uno specchio e smettono di tremare, muoiono e risorgono l’una nell’altra…nel silenzio divengono un’entitá unica…vorrei riuscire a pregare davvero e senza parole combaciare con Dio. Alberta

    Mi piace

  35. il tutto ed il niente il qui e l’altrove ….a chi si intende non serve luogo e spazio, c’è come una corrispondenza mentale, telepatica, è il pensiero ad unire due anime, il pensiero legato alle esperienze che insieme si sono condivise, accanto alle emozioni, alle paure, ai dolori che si sono condivise. L’intesa non è solo qualche cosa che nasce spontanea, io credo, quanto piuttosto un legame che si crea col tempo, grazie appunto alla profondità de sentire che due o più persone sono in grado di condividere. E’ davvero una alchimia straordinaria quando la si può toccare con mano…inviterei tutti voi amici a valutare oggi quanto grande dono sia l’intenderci con qualcuno, l’avere tra le mani il dono grande di avere intesa con un’altra anima che oggi ci sta accanto, il comprendersi al volo, il ricevere prima di chiedere, il donare prima ancora che ci sia chiesto…fateci attenzione! Vi stupirete del regalo bello che oggi vi fa la vita!

    Mi piace

  36. mi colpisce il verbo SENTIRE, che non è solo ASCOLTARE è un percepire, è un intendere, non solo un odore, l’odore di chi si ama, dei propri figli, del proprio coniuge, ma l’odore, animalesco, della vita che ci appartiene. C’è spesso intesa tra chi si appartiene. Furio

    Mi piace

  37. gli animali si intendono senza molte parole, le loro anime (perchè a questo punto, guardando la foto, viene proprio in mente che un’anima ce l’hanno anche loro!) si incontrano e creano a loro modo una armonia gestuale…forse il mondo animale è in grado, proprio perchè primitivo, di creare un’intesa con più semplicità rispetto a noi umani che così spesso ci connotiamo in modo disumano! Quanto dovremmo imparare da loro!

    Mi piace

  38. credo che anche tra i commentatori spesso ci sia intesa, si crei un’atmosfera dialogica pur senza voce, pur rimanendo ognuno al suo pc, pur senza guardarsi negli occhi….l’intesa è possibile anche quando si condividono con la stessa passione gli stessi ideali. Salvatore

    Mi piace

  39. il tutto e il niente, la presenza e l’assenza, il silenzio e le parole, qui e là, andare e restare:l’armonia degli opposti, i contrari che si attraggono, i poli distanti uniti da un assa immaginario:l’intesa è per me essenzialmente un’unione di anime, di pensiero, di slanci, slanci che prima ancora di essere accolti vengono prevenuti…

    Mi piace

  40. Con-baciare! Già questo infinito la dice lunga!!! Non trovate? Il bacio è qualcosa di assai intimo, e l’intesa è tale…è guardare nel cuore di qualcuno e riconoscersi…è prevenire il pensiero, il desiderio di qualcuno per renderlo felice…tutta d’un fiato è l’intesa, trascina l’intesa….nel silenzio essa trascina altrove, al di fuori di sè proiettati nell’altro e là, nell’altro si rimane! Spettacolari! Spettacolari oggi siete!

    Mi piace

  41. molto animalesca questa intesa, c’è un non so che di primitivo di animalesco che mi fate venire in mente…forse aiutata anche dall’immagine dei due gatti abbracciati, due gatti che si intendono nel giocare, nello scambiarsi fusa ed affetto, nella loro convivenza, là sul sofà….due gatti che sembrano due persone, perchè le persone, alcune, si riconoscono dall’odore…in modo animalesco, per l’appunto. Pochissime parole per capire che dinanzi si ha qualcuno di specisle, uno solo esiste al mondo con cui posso far combaciare le mie parole con le sue e poi? Poi solo l’ombra del silenzio, il naso si affina, gli odori si fondono, le mani si tendono e non si capisce più chi ha avuto l’idea per primo, chi ha pensato per primo quella determinata cosa…nel sonno ci si scambiano messaggi che poi all’alba si fanno concreti e creano stupore…così si rimane esterefatti…nell’intesa!

    Mi piace

  42. L’intesa non è fatta di parole, è fatta di sguardi, di gesti…osservate l’inclinazione del capo, il guizzo negli occhi, le mani, le curve del corpo, la postura…il nostro corpo parla…l’intesa vera non ha bisogno di parole e se queste ci fossero sarebbero solo una conferma che l’intesa c’è, esiste, è presente. Non è necessario neppure che due persone siano l’una dinanzi all’altra perchè ci sia tra loro intesa, perchè sono certo che quando Carlo e Giulia devono scegliere una foto per il post spesso pensino alla stessa immagine, pur stando in due luoghi diversi, pur vivendo lontani…come mai avviene ciò? Io non so rispondere, francamente, non saprei…sarebbe bello confrontarci su questo, spiegare cosa rappresenta per noi l’intesa. Personalmente confesso che quando la si raggiunge è qualcosa di molto gratificante, fa andare tutto liscio, soprattutto in ambito professionale trovo che lavorare con persone con le quali si crea una determinata intesa sia veramente un toccasana!
    Ma l’intesa qui è intesa (perdonate il bisticcio!) come dialogo muto, dialogo dei sensi e del corpo, del tutto che è niente, di un niente che in quell’attimo preciso rappresenta il tutto!
    E trascinati altrove
    rimaniamo.
    RIMANIAMO.
    nonostante la lontananza, il silenzio, il vuoto che ci separa, nonostante tutto, rimaniamo! questa è l’intesa.
    Grazie, ancora, per questi splendidi versi d’amore.

    Mi piace

  43. io credo che in questo anno voi ci abbiate dato esempio vivo di che cosa sia l’intesa, che cosa significa replicare con intesa. Non è facile e siete di certo privilegiati. Nella vita ci si cerca e ci si sceglie…a volte si ha la fortuna di trovarsi ed intendersi…tante volte purtroppo questa alchimia non avviene. Ed è un’alchimia che non è fatta di parole, come non è fatta di parole questa vostra pagina, chè siamo dinanzi a un post sensoriale, nel quale bisogna dar spazio ai sensi per “intenderne” per l’appunto il messaggio. Mi spiace perchè la domenica è sempre una giornata “poco frequentata”…ma sono certo che domani molti condivideranno il mio stesso pensiero. Vi ringrazio. Nicola P.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Italianostoria

Materiali per lo studio della Lingua e Letteratura Italiana, della Storia, delle Arti

INMEDIAR

Istituto Nazionale per la Mediazione e l'Arbitrato - Organismo di Mediazione iscritto al n° 223 del registro tenuto presso il Ministero della Giustizia

Via senza forma

Amor omnia vincit

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Riccardo Franchini

Bere e Mangiare partendo da Lucca

telefilmallnews

non solo le solite serie tv

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Vincenzo Dei Leoni

… un tipo strano che scrive … adesso anche in italiano, ci provo … non lo imparato, scrivo come penso, per ciò scusate per eventuali errori … soltanto per scrivere … togliere il peso … oscurare un foglio, farlo diventare nero … Cosa scrivo??? Ca**ate come questo …

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

Marino Cavestro

avvocato mediatore

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

beativoi.over-blog.com

Un mondo piccolo piccolo, ma comunque un mondo

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Theworldbehindmywall

In dreams, there is truth.

giacomoroma

In questo nostro Paese c'è rimasta soltanto la Speranza; Quando anche quest'ultima labile fiammella cederà al soffio della rassegnazione, allora chi detiene il Potere avrà avuto tutto ciò che desiderava!

Aoife o Doherty

"Fashions fade style is eternal"

PATHOS ANTINOMIA

TEATRO CULTURA ARTE STORIA MUSICA ... e quant'altro ...

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

quando la fine può essere un inizio

perché niente è più costante del cambiamento

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

centoceanidistorie

Cento pensieri che provano a prendere forma attraverso una scrittura giovane e ignorante, affamata solo di sfogo.

ognitanto|racconto

alberto|bobo|murru

vtornike

A topnotch WordPress.com site

Dale la Guardia

It's up to us on how to make the most of it.

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

postnarrativacarrascosaproject.wordpress.com/

Postnarrativa.org è un Blog di scrittura onde far crescere limoni e raccogliere baionette, Blog sotto cura presso CarrascosaProject

Parole a passo d'uomo

Poesie e riflessioni sugli uomini del mio spazio e del mio tempo | di Cristiano Camaur

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Paolo Brogelli Photography

La poesia nella natura

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

existence !

blog de philosophie imprévisible, dir. Jean-Paul Galibert

mediaresenzaconfini

ADR a 360 gradi Conciliazione, mediazione , arbitrato, valutazione neutrale, medarb e chi ne ha più ne metta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: