post

Rinasco/Scarabocchio


Rinasco

Urlami
urla di me.
Sempre si grida
per partorire.
La vita.

 Calice miracoloso

Scarabocchio

Come
un’orbita
improvvisa
intorno
all’amore
ho disegnato
un grido
accanto
al tuo.
Alberi blu
e cielo verde
nel nostro
scarabocchio
per il Padre.

Comments

  1. irlandiana says:

    Anche io ho pensato al CAOS che genera la vita, e ogni volta che si urla le vibrazioni vanno ad alimentare il CAOS cosí che possano venir generate altre vite e il ciclo non ha fine.

    Mi piace

  2. ed io sono sicuro che tante volte abbiamo bisogno di qualcuno che ci guidi in questo parto, un’ostetrica che ci aiuti a portare alla luce quel frammento di Dio che è in noi…forse l’uomo che ieri graffiava l’anima…la graffiava per scrostrare Dio dal nostro egoismo e renderLo manifesto…e l’uomo era così bravo in quest’operazione che Dio ne era quasi invidioso! Una buona serata…passo sempre a salutarvi prima di lasciare il posto di lavoro. Mario

    Mi piace

  3. probabilmente partoriamo tutte le volte che amiamo e ci partoriscono tutti coloro che ci amano. Questa è la vita: una continua rinascita, un parto infinitoorta alla luce non solo le nostre meschinità ma anche la Bellezza insita in noi. Paola

    Mi piace

  4. probabilmente si rinasce ogni volta che qualcuno ci chiama per nome, gridandolo al cielo come se invocasse Dio. In quei casi prendiamo davvero coscienza di noi ed è uno stupore vedere noi che veniamo urlati, diventiamo voce di un altro, l’altro che riempie di noi tutta la sua bocca, prende fiato e grida di gioia perchè avverte l’eterno, laddove gli alberi sono azzurri e il cielo è verde, ma il padre Padre! riccardo

    Mi piace

  5. carlocuppi says:

    Lo dice anche Abelardo che dove c’è sofferenza c’è vita e non si nasce che insieme al dolore di una madre, un dolore fecondo, un dolore mai fine a se stesso ma preludio di una nuova vita, di un inno alla Vita.

    Mi piace

  6. l’urlo che viene scritto come un nome che viene gridato come se ci si potesse riempire il cuore dell’amato, dell’altro, dell’Altro e poi esserne appagati per sempre restandovi fedeli. Bellissimi! Rossana

    Mi piace

  7. mi piace il grido che viene disegnato, vedo due anelli, due aureole, due anelli di fumo, un fumo che svanisce come la voce e si disperde in Cielo…mi ricordano Rilke oggi i vostri bellissimi versi e forse la prima lirica è una delle più belle che abbia mai letto perchè in quelle poche parole c’è il mistero della vita intesa come dono. Costanza

    Mi piace

  8. Questo sì alla vita della prima lirica lo vedo ripreso dalle due orbite della seconda che richiamano alla mia mente le fedi nuziali. Sempre originali ed incisivi nella vostra espressione. Salvatore

    Mi piace

  9. alberossia says:

    La vita, la Vita…l’unica cosa che conta. Ogni volta che un bimbo nasce si rinnova una promessa a chi amiamo, si conferma il nostro sì alla Vita. Tiziana

    Mi piace

  10. urlami…dove quel “mi” è complemento oggetto, urla me stesso, fa uscire fuori dai tuoi polmoni me stesso, partoriscimi, creami, dammi vita…e si vede a poco a poco un demiurgo che modella e scolpisce la sua creatura, che partorisce dal suo amore…partorire la vita, la Vita, come fa ogni padre, il Padre! Sempre molta sintonia nel vostro dialogo. Nicola P.

    Mi piace

  11. emilioconte says:

    nell’urlo l’ordine si inverte, i colori passano da un elemento a un altro e dal CAOS, come era dapprincipio, si passa alla vita….trovo oggi fortissimi echi della teogonia esiodea

    Mi piace

  12. alessandrarisso says:

    in fondo la vita è passare da un parto all’altro. Spesso si cerca il proprio parto, la propria liberazione in un pezzo di prosa, in un verso di una lirica…altre volte si grida, come il Cristo sulla croce…si grida spesso per partorire, in ogni modo. La migliore serata a voi tutti.

    Mi piace

  13. Le parole dell’amore spesso vengono sussurrate (alludo a quel “sul seno scivoli nel sonno) di ieri) come una ninna nanna, alre volte invece vengono gridate coma per affermare noi stessi e la forza prorompente del sentimento stesso. Sono comunque parole che emergono dai recessi del cuore, le sillabe più intime di noi, quelle che ci riconducono a noi stessi riconciliandoci proprio con la nostra precarietà umana. E ne viene fuori una scrittura convulsa, uno scarabocchio tracciato con la mano tremante di chi ha paura della sua fragilità ed allora non può che offrire tale fragilità a dio, come una preghiera…trovo che questo dialogo riprenda e continui quanto già detto ieri sotto molti aspetti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

INMEDIAR

Istituto Nazionale per la Mediazione e l'Arbitrato - Organismo di Mediazione iscritto al n° 223 del registro tenuto presso il Ministero della Giustizia

Via senza forma

Amor omnia vincit

Riccardo Franchini. Godete

Bere Mangiare Viaggiare. Scopare la Vita.

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

telefilmallnews

non solo le solite serie tv

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Vincenzo Dei Leoni

… un tipo strano che scrive … adesso anche in italiano, ci provo … non lo imparato, scrivo come penso, per ciò scusate per eventuali errori … soltanto per scrivere … togliere il peso … oscurare un foglio, farlo diventare nero … Cosa scrivo??? Ca**ate come questo …

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

Marino Cavestro

avvocato mediatore

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

beativoi.over-blog.com

Un mondo piccolo piccolo, ma comunque un mondo

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Theworldbehindmywall

In dreams, there is truth.

priyank1126sonchitra

A fine WordPress.com site

giacomoroma

In questo nostro Paese c'è rimasta soltanto la Speranza; Quando anche quest'ultima labile fiammella cederà al soffio della rassegnazione, allora chi detiene il Potere avrà avuto tutto ciò che desiderava!

Aoife o Doherty

"Fashions fade style is eternal"

PATHOS ANTINOMIA

TEATRO CULTURA ARTE STORIA MUSICA ... e quant'altro ...

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

quando la fine può essere un inizio

perché niente è più costante del cambiamento

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

centoceanidistorie

Cento pensieri che provano a prendere forma attraverso una scrittura giovane e ignorante, affamata solo di sfogo.

ognitanto|racconto

alberto|bobo|murru

vtornike

A topnotch WordPress.com site

Dale la Guardia

It's up to us on how to make the most of it.

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

postnarrativacarrascosaproject.wordpress.com/

Postnarrativa.org è un Blog di scrittura onde far crescere limoni e raccogliere baionette, Blog sotto cura presso CarrascosaProject

Parole a passo d'uomo

Poesie e riflessioni sugli uomini del mio spazio e del mio tempo | di Cristiano Camaur

Amù

Art Moves the World

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Paolo Brogelli Photography

La poesia nella natura

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

ATELIER c157

- ART & PHOTOGRAPHY -

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: