Il dolore

pane di altamura

Il dolore

 

Il dolore

intinge

il pane

nel mio piatto

e

mi lascia

affamato

di gioia.

Replica a “Il vuoto”

Cielo tramato di nubi

Replica a “Il vuoto”

Filo su filo. Filo per filo: la trama in funzione dell’ordito; l’ordito ragione della trama – e come uno senza l’altra non riesce a formare il tessuto, così l’altra dal primo trae forza e sostegno. Filo per filo, intrecciati in Dio uno con l’altra senza soluzione di continuo, così, fino all’eternità.
Ma tu …

 D’improvviso

corrucci la fronte
come un cielo
tramato di nubi.
Vorrei essere l’ordito
dei tuoi pensieri.
Invano. Ed è uno
strappo. E’ una morte che
lacera.
Ed io sto come nera terra
violata.

 

 

P.s. non so che ne pensiate Voi ma per me la signora è davvero una grande scrittrice. E aggiungo che la invidio pure

Il ghiro

Una strada a Corvara

Oggi
mi sono svegliato
al tuo fianco.
Eppure dormiamo
a chilometri
di distanza.
Vorrei
parlarti
ma ho paura
di trovare
una strada
per camminare insieme
e sarebbe
una grande
disgrazia
se poi trovassimo
la felicità.
Meglio
girarsi
dall’altra parte
e pensare
a dormire.

 

 

P.s. Perdonate il mio sarcasmo, ma oggi mi sento proprio arrabbiato. Siccome questa poesia è niente di meno del 1980 constato che la vita di coppia è sempre stata complicata… e pensare che non me lo ricordavo…