Appunti sulla condizione degli Ebrei nei secoli (quarta parte)


Tale concezione cadde soltanto quando i popoli giunsero a conoscere le pagine originali dell’Antico Testamento[1].

Per comprendere quanto i Romani si ingannassero si pensi soltanto al costume sessuale degli antichi giudei.

La donna doveva contare cinque giorni dalla prima comparsa del flusso mensile e aggiungervene altri sette di purificazione.

Soltanto dopo questi dodici giorni essa, dopo aver preso un bagno, poteva accostarsi al marito. La trasgressione di questo precetto veniva punita con la morte.

In questo periodo gli sposi non potevano neppure toccarsi con la mano[2].

La credenza dell’impurità degli Ebrei restò nei secoli così radicata che in Francia si arriverà anche a seppellire i cadaveri ebrei lontano da quelli cristiani per evitare la contaminazione: pertanto nel caso di vicinanza nella sepoltura le salme andavano dissotterrate e tumulate altrove[3].

Del resto false attestazioni si ritrovano ancora nel Rinascimento anche in opere letterarie celeberrime. Così nel Mercante di Venezia di Shakespeare ove è scritto falsamente che, a seguito di scommessa, fosse creditore di una libbra di carne un ebreo, quando all’opposto lo era un cristiano (l’ebreo era il povero debitore)[4].

 La confusione poteva essere ingenerata anche dal fatto che sia gli Ebrei, sia i Cristiani si rivolgevano e si rivolgono a Avinu shebashammaim, Padre nostro che sei nei Cieli[5].

Si tenga anche conto che l’unitarietà del Dio degli Ebrei era nei primi due secoli oggetto d’inestinguibile gelosia per i sacerdoti pagani.

Si aggiunga che i Romani spesso disprezzavano gli altri popoli per avere poi il diritto di dominarli[6].

Il III secolo fu invece abbastanza tranquillo per gli Ebrei romani. Varie fonti[7] indicano che Settimio Severo, Caracalla e Alessandro Severo[8] furono amichevoli con i Giudei.

Non si può dire la stessa cosa per Adriano che diede un terribile contributo al genocidio: Dione attesta che fece uccidere da Giulio Severo ben 580.000 Giudei, demolire 50 castelli fortificati, saccheggiare e bruciare 985 città: si pensi che la popolazione israelitica dell’epoca ammontava a circa due milioni e mezzo di Ebrei.

Autorevole studioso sostiene invece che Antonino Caracalla avesse conferito a tutti e quindi anche agli Ebrei la cittadinanza romana[9], tanto che essi potevano accedere alle cariche pubbliche ed avere dignità (e cioè le onorificenze attribuite alle più alte cariche amministrative)[10], veniva inoltre riconosciuto il loro uso del diritto privato giudaico[11] e la giurisdizione autonoma ebraica[12].

Diocleziano che fu feroce persecutore dei Cristiani, si comportò invece con tolleranza nei confronti dei Giudei.

(Continua)


[1] C. CATTANEO, Ricerche economiche sulle interdizioni della legge civile agli Israeliti, Galleria De Cristoforis, Milano, 1836, p.  120.

[2] A. SCHMIDT, Nuova Enciclopedia sessuale, ottava edizione, Curcio Editore, Roma, 1954, p. 1891.

Cfr. Levitico 18,19 (“Non ti accosterai a donna per scoprire la sua nudità durante l’impurità mestruale”). La Bibbia di Gerusalemme, 2009. Cfr. Mishnà, VI ordine (Tahoròt) che contiene dodici trattati, sulla purità e l’impurità delle cose e si modi di purificazione, ed in particolare il settimo trattato Niddà, <<impurità dalla mestruazione>> norme sulla impurità della donna durante il periodo mestruale. A. M. RABELLO, Introduzione al diritto ebraico, Fonti, Matrimonio e Divorzio, Bioetica, G. Giappichelli Editore, Torino, 2002, p. 32. Cfr. Corano, Sura II, 222 (“Non accostatevi alle vostre spose durante i mestrui e non avvicinatele prima che siano purificate”). Il Corano, versione grandi tascabili Newton classici a traduzione di Hamza Roberto Piccardo, 2006, p. 53.

[3] C. CATTANEO, Ricerche economiche sulle interdizioni della legge civile agli Israeliti, op. cit., p. 100.

[4] Cfr. G.LEVI, Op. cit., p. 296 che cita l’episodio effettivamente accaduto come raccontato dallo storico Giorgio Leti che lo inserì in un volume dedicato alla vita di papa Sisto V che condannò i due scommettitori alla pena di morte e poi li graziò.

[5] A. M. RABELLO, Giustiniano, Ebrei e Samaritani, op. cit. 1988, p. 767.

[6] Cfr. G. MORONI, Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica, op. cit., p. 8 che riprende l’opinione del Bergier.

[7] A. M. RABELLO, Giustiniano, Ebrei e Samaritani, op. cit. 1988, p. 52.

[8] A.A.V.V., Nuovo dizionario istorico, Tomo XXVII, Michele Morelli, Napoli, 1794, p. 166 e ss.

[9] Non deve stupirci il dubbio visto che lo stesso Voltaire considerava un “eccesso di ridicolo” il concedere la cittadinanza agli Ebrei. L. VIGNA – V. ALIBERTI, Della condizione attuale degli Ebrei in Piemonte, op. cit., p. 168.

[10] A. M. RABELLO, Giustiniano, Ebrei e Samaritani, op. cit. 1988, p. 52 e p. 782.

[11] Nonostante il fatto che i cittadini dovessero osservare la legge romana.

[12] A. M. RABELLO, Giustiniano, Ebrei e Samaritani, op. cit. p. 665.

Autore: tieniinmanolaluce

Sono attualmente avvocato, mediatore civile e commerciale, formatore di mediatori e mediatore familiare socio Aimef. Per undici anni sono stato docente di letteratura italiana e storia antica al liceo classico. Sono accademico dell'Accademia Internazionale di Arte Moderna. Scrivo da sempre senza privilegiare un genere in particolare. Ho pubblicato diversi libri anche in materie tecniche. Tra quelli letterari ricordo da ultimo: Un giardino perfetto, Poesie 2012-2016, Carta e Penna Editore, novembre 2016. La condizione degli Ebrei dai Cesari ai Savoia, Carta e Penna Editore, aprile 2017 La confessione, Dramma in quattro atti, Carta e Penna Editore, aprile 2017 Ho iniziato questo blog nel febbraio del 2006 e mi ha dato grandi soddisfazioni. Spero continuino anche su questa piattaforma. Tutto ciò dipende fondamentalmente dalla interazione con tutti voi, cari lettori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.