post

Appunti sulla condizione degli Ebrei nei secoli (terza parte)


A Roma esisteva anche un tribunale ebraico la cui giurisdizione verrà in seguito limitata a parti ebree, ma inizialmente era frequentato anche da Cristiani e da pagani.

Altri privilegi che i Giudei ottennero in seguito furono quello di non seguire il culto degli dei o il nume dell’imperatore e di poter praticare la circoncisione che ai Romani era interdetta[1] o ancora di potersi riunire in assemblee cultuali. Ciò però valeva solo per gli ebrei che non fossero cittadini romani[2].

In seguito con gli imperatori cristiani il privilegium si trasformò, come vedremo, spesso in odiosum privilegium:  ad esempio dall’esenzione dalla milizia per impossibilità degli Ebrei di osservare in quanto militi il riposo del sabato e di consumare cibi purificati, si passò all’esclusione.

Venne dunque loro concesso di vivere secondo i loro riti e leggi in tutte le parti dell’impero e tale prescrizione fu ribadita da Augusto[3] perché questi aveva visto che gli Ebrei avevano pianto con profondo dolore sulle ceneri di Giulio Cesare[4].

Augusto peraltro fece sì che l’osservanza sabbatica non costituisse per loro pregiudizio: ad esempio impedendo che in questo giorno fossero citati nei tribunali.

Le cose cambiarono invece con Tiberio: l’imperatore cacciò allora da Roma e forse dall’Italia tutti gli Ebrei[5].

Caligola cercò poi di imporre agli Ebrei il culto dell’imperatore:  mentre in Oriente ci furono delle rivolte, a Roma non c’è invece evidenza di particolari disordini.

E Claudio che in un primo tempo (nel 43 d. C.) aveva cercato di proteggere gli Ebrei[6] in Alessandria ed altrove dalle persecuzioni[7],  li espulse poi da Roma nel 51.

Quando tornarono restarono relativamente tranquilli sotto Nerone e Vespasiano.

Si tenga però conto che secondo Malalas[8] Nerone fece decapitare Pilato per aver consegnato ai Giudei Gesù da crocifiggere. Gli Ebrei si ribellarono contro questa decapitazione e Nerone li fece massacrare (tra loro vi sarebbero stati anche i sommi sacerdoti Anna e Caifa) [9].

Sempre secondo Malalas la presa di Gerusalemme comportò la morte di oltre un milione di uomini.

Con il ritorno di Tito a Roma il numero dei figli d’Israele aumentò fortemente[10] e dal 71  non partirono più da Roma. In questo periodo forse gli Ebrei penetrarono pure in Francia[11].

Domiziano inasprì il fisco giudaico e perseguitò coloro che facevano proselitismo.

Fu questa la prima questione su cui il Giudaismo si scontrò con l’ordine e la legge di Roma. Roma non voleva che i Romani divenissero preda di culti esotici perché potevano incanalare lo scontento politico e sociale di molti.

In generale si può dire che nel I-II secolo le famiglie ebree furono perseguitate, deportate ed espulse soprattutto perché vennero confuse con quelle cristiane[12] ed egizie: i Cristiani in particolare erano temuti e considerati una setta sovvertitrice dei costumi e dei governi. Le leggi decemvirali peraltro impedivano che si introducessero in Roma nuove sette religiose[13].

Nel 19 d. C. quattromila Ebrei ed Egizi furono mandati da Tiberio a morire di malaria in Sardegna e gli altri che non abiurarono furono espulsi dall’Italia[14].

Si attribuirono inoltre agli Ebrei le stesse false dicerie per cui si perseguitavano i Cristiani[15].

I Cristiani erano costretti a riunirsi in segreto e quindi l’immaginazione dei Romani aveva campo facile; si diceva che trafiggessero i bambini infarinati, ne mangiassero le carni e ne bevessero il sangue, mentre nella realtà i primi Cristiani non mangiavano nemmeno il sangue degli animali soffocati e morti[16].

Anche il popolo israelitico dunque venne considerato impuro.

(Continua)


[1] Venne però interdetta a partire da Adriano anche agli Ebrei.

[2] A. M. RABELLO, Giustiniano, Ebrei e Samaritani, op. cit. p. 667-668.

[3] Cfr. G. MORONI, Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica, op. cit., p. 12.

[4] E piansero profondamente anche le ceneri di Augusto. G. MORONI, Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica, op. cit. p. 36.

[5] Quattro Ebrei avevano sottratto in Roma oro e porpora (con la complicità di una nobile romana convertita al giudaismo) da inviare a Gerusalemme. Cfr. F. SOAVE, Storia del popolo ebreo, Tipografia Malatesta di C. Tinelli & C., Milano, 1830, p. 174.

[6] E li aveva per primo esentati dal divieto di circoncisione. A. M. RABELLO, Giustiniano, Ebrei e Samaritani, Giuffré, Milano, 1988, p. 51.

[7] Nel 42 In Egitto, Siria, Babilonia e Seleucia vennero uccisi cinquantamila ebrei. G. MORONI, Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica, p. 37.

[8] Giovanni Malalas (Antiochia, 491 circa – 578) è stato uno storico bizantino che operò sotto Giustiniano.

[9] M. RABELLO, Giustiniano, Ebrei e Samaritani, Giuffré, Milano, 1988, p. 356 e ss.

[10] Prima del 71 ammontavano forse a 10.000 unità

[11] A. M. RABELLO, Giustiniano, Ebrei e Samaritani, op. cit. p. 58.

[12] Cfr. M. D’AZEGLIO, Dell’emancipazione civile degli Israeliti, Le Monnier, Firenze, 1848, p. 13.

[13] L. VIGNA – V. ALIBERTI, Della condizione attuale degli Ebrei in Piemonte, op. cit., p. 75.

[14] V. Tacito Ann. II, XV, Hist, V, XXI; Svetonio Domit. 12.

[15] P. BARINETTI, Diritto romano, parte generale, Vallardi Editore, Milano, 1864, p. 144.

[16] Cfr. G. LEVI, Cristiani ed Ebrei nel medio evo, quadro di costumi con un’appendice di ricordi e leggende giudaiche della medesima epoca, Le Monnier, Firenze, 1866, p. 25 e 26. Cfr. M. D’AZEGLIO, Dell’emancipazione civile degli Israeliti, Le Monnier, Firenze, 1848, p. 35.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

INMEDIAR

Istituto Nazionale per la Mediazione e l'Arbitrato - Organismo di Mediazione iscritto al n° 223 del registro tenuto presso il Ministero della Giustizia

Via senza forma

Amor omnia vincit

Riccardo Franchini. Godete

Bere Mangiare Viaggiare. Scopare la Vita.

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

telefilmallnews

non solo le solite serie tv

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Vincenzo Dei Leoni

… un tipo strano che scrive … adesso anche in italiano, ci provo … non lo imparato, scrivo come penso, per ciò scusate per eventuali errori … soltanto per scrivere … togliere il peso … oscurare un foglio, farlo diventare nero … Cosa scrivo??? Ca**ate come questo …

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Cronache di un pigiama rosa

Home - Books - Food - Lifestyle

Marino Cavestro

avvocato mediatore

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

beativoi.over-blog.com

Un mondo piccolo piccolo, ma comunque un mondo

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Theworldbehindmywall

In dreams, there is truth.

priyank1126sonchitra

A fine WordPress.com site

giacomoroma

In questo nostro Paese c'è rimasta soltanto la Speranza; Quando anche quest'ultima labile fiammella cederà al soffio della rassegnazione, allora chi detiene il Potere avrà avuto tutto ciò che desiderava!

Aoife o Doherty

"Fashions fade style is eternal"

PATHOS ANTINOMIA

TEATRO CULTURA ARTE STORIA MUSICA ... e quant'altro ...

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

quando la fine può essere un inizio

perché niente è più costante del cambiamento

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

centoceanidistorie

Cento pensieri che provano a prendere forma attraverso una scrittura giovane e ignorante, affamata solo di sfogo.

ognitanto|racconto

alberto|bobo|murru

vtornike

A topnotch WordPress.com site

Dale la Guardia

It's up to us on how to make the most of it.

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

postnarrativacarrascosaproject.wordpress.com/

Postnarrativa.org è un Blog di scrittura onde far crescere limoni e raccogliere baionette, Blog sotto cura presso CarrascosaProject

Parole a passo d'uomo

Poesie e riflessioni sugli uomini del mio spazio e del mio tempo | di Cristiano Camaur

Amù

Art Moves the World

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Paolo Brogelli Photography

La poesia nella natura

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

ATELIER c157

- ART & PHOTOGRAPHY -

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: