L’eremita (Seconda parte) (Scena unica-parte novantottesima)


Bisaccia2 a Vernazza
L’eremita
Sono d’accordo, la semplicità nasce da un grande dolore che però si sopporta con determinazione; e chi non ha un obbiettivo se lo costruisce sino a che diventa davvero importante.
Un obbiettivo così ingombrante che un po’ per giorno ti trascina fuori dalla realtà. 
Abelardo
Gesù ti aspetta in qualunque luogo tu voglia andare se lo desideri. Non temere, non ci sono strade che non portino a Lui. Sino a che la mano del Signore è tesa c’è speranza ed il braccio di Dio è teso all’infinito.
Tu non sai dove cammini, ma l’importante è camminare sino allo sfinimento, perché più grande sia il ristoro.
Non temere, accendi la tua lampada e parti: il vento non ne spegnerà il lume anche se tu non lo vedrai splendere nella notte; Dio lo vedrà  e già lo vede prima ancora che tu lo abbia acceso. Non c’è speranza fuori di Lui che tu non possa coronare in Lui e dentro il tuo cuore così angusto a volte, così poco abituato a luci intense e liberatorie.
Il mare è così bello d’inverno anche se l’acqua è gelida: riponi il tuo cuore nella bellezza e ti fortificherà. Dio è anche stagione per chi vuol essere eterno ed eternità per chi vuol vivere una sola stagione.
Lo spessore del tempo non si misura, si ama come la pioggia che scende dopo una lunga siccità e ti fa dimenticare che hai vissuto nell’attesa.
Credi al tuo desiderio di trovare la pace e lui la troverà, non smarrirti tra le selve del pensiero che non sia preghiera e certezza di raggiungimento; il dubbio è un carburante che porta fuori strada.

Autore: tieniinmanolaluce

Sono attualmente avvocato, mediatore civile e commerciale, formatore di mediatori e mediatore familiare socio Aimef. Per undici anni sono stato docente di letteratura italiana e storia antica al liceo classico. Sono accademico dell'Accademia Internazionale di Arte Moderna. Scrivo da sempre senza privilegiare un genere in particolare. Ho pubblicato diversi libri anche in materie tecniche. Tra quelli letterari ricordo da ultimo: Un giardino perfetto, Poesie 2012-2016, Carta e Penna Editore, novembre 2016. La condizione degli Ebrei dai Cesari ai Savoia, Carta e Penna Editore, aprile 2017 La confessione, Dramma in quattro atti, Carta e Penna Editore, aprile 2017 Ho iniziato questo blog nel febbraio del 2006 e mi ha dato grandi soddisfazioni. Spero continuino anche su questa piattaforma. Tutto ciò dipende fondamentalmente dalla interazione con tutti voi, cari lettori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.