Annunci

Cimice/Stupore


Cimice

 

A testa in giù
mi aggrappo
alla vita
e basterà
un soffio di vento
per aprire le ali
come l’ombra
di un fiore
a desiderarTi
mio Dio
che inventi
le foglie ed i rami
per una piccola
cimice.

 Cimice sul sentiero V 

Stupore

 

Tra le pieghe
del legno
trasmetto
anche io
con le ali
segnali divini
che tu
nelle rughe
d’erba
stupito
ascolti.

 

Annunci

  1. io e te, uomini comuni, su questo èrato che pare un volto, su questa terra che ha solchi che sembran rughe. Tu ed io, cimici insignificanti, in bilico, a testa in giù, riceviamo segnali divini, trasmettiamo segnali d’amore…siamo angeli…ed infatti abbiamo le ali per desiderare Dio anche solo all’ombra di un fiore e tu, viandante, rimarrai stupito dalla semplicità con cui nostro Signore ha scelto di manifestarsi!

    Mi piace

  2. è sempre con tanta gioia che leggo i vostri versi:questi mi trasmettono la pace di chi sa stare bene con se stesso , nel creato e insieme al prossimo. Riccardo

    Mi piace

  3. perdonatemi, ma vorrei ancora dire una cosa che da sempre mi trasmette questo blog. A Dio ci si arriva attraverso gli altri, attraverso le persone che ci accolgono, ci perdonano e ci sostengono. Ecco, io credo che sia questo il senso del cammino che Carlo e Giulia stanno facendo insieme a noi. sarebbe davvero una presunzione imperdonabile voler fare tutto da sè senza avere bisogno degli altri. Loro hanno imparato, e noi tutti con loro, ad accogliere i doni che gli altri ci offrono, anche quelli che apparentemente non sembrano doni, ma schiaffi (anche questo è accaduto!) I nostri due amici hanno compreso che la tenerezza che sono i grado di esprimere e tutti i loro talenti sono doni e grazia gratuiti di Dio che non possiamo considerare di esclusiva nostra proprietà, ma dobbiamo a nostra volta gratuitamente dare. E credo che il desiderio di voler cercare Dio insieme sia per Giulia e Carlo un cammino importante, che sicuramente cambia uno stile di vita e la prospettiva della singola esistenza. Scrivere in nome del Signore insegna a non barare, ad aprire veramente l’intimo del cuore senza paura di essere giudicati e questo ci ha coinvolto e ci coinvolge tutti, poichè attraverso l’amore ci si avvicina al mistero grande dell’amore di Dio che tutto dona e tutto perdona. Di questo li ringrazio molto, e ringrazio ciascuno di voi, per la libertà e la sincerità che esprimete ogni volta che con un commento aprite il cuore, respirate lo Spirito e procedete sulla strada della gratuita condivisione. Grazie. Filippo

    Mi piace

  4. bello è leggere nei vostri commenti come a modo vostro cercate ogni giorno di alimentarvi grazie allo stupore della presenza dell’Altro, del desiderio di condividere tutto con l’Altro, di questo amore oblativo che io vivo con il sacramento del sacerdozio e tanti di voi col matrimonio. Grazie a carlo e a giulia per quest’altra bellissima e sensibile pagina che ancora una volta ci sta facendo parlare di Lui.

    Mi piace

  5. io non ho assolutamente chiaro il disegno che Dio ha su di me, cerco solo di essere pronta a rispondere ECCOMI! quando mi chiama…probabilmente trasmetto solo incertezza in questo modo, ma l’Eccomi! può a modo suo essere un segnale.

    Mi piace

  6. l’atto d’amore di Dio per noi clo spinge a cercarci, a venirci incontro e ad aspettarci:Lui ci chiama, ha voluto che vivessimo nella sua casa, ci ha donato tutto quanto era suo…e questo vale per la cimice come per noi!

    Mi piace

  7. se ci diamo a Lui come Lui ci vuole, l’azione divina si manifesterà nella nostra vita e nell’impegno di rendere divine le cose umane, perchè mediante l’amore tutte le cose acquistano una nuova dimensione.

    Mi piace

  8. ognuno di noi sta come quella piccola cimice. Eppure qui ci si incontra spesso, come tante anime alla luce di Dio…forse in questi mesi abbiamo compreso un po’ di più la bellezza del’essere chiamati da Dio alla “perfezione”, inviati a “fiorire” là dove siamo stati piantati, nel nostro ruolo di uomini e donne, genitori e figli, nelle gioie e nelle difficoltà, dentro la nostra personale condizione di vita. Furio

    Mi piace

  9. ed anche se la nostra vita è a testa in giù, avara di segnali nei nostri gesti e nelle nostre parole, è comunque sempre possibile fare esperienza di Dio nel nostro cuore, ma non tanto per la nostra bravura, quanto per la vicinanza amorevole e sollecita di Dio che si prende sempre cura delle nostre vite e della nostra felicità.

    Mi piace

  10. “DESIDERARTI”…se non lo desideriamo non possiamo farci cimici, non possiamo fari veicoli del Suo Amore. Si diventa strumenti dell’amore di Dio nel momento in cui Lo desideriamo, nel momento in cui incarniamo i Suoi precetti, siamo segni della sua presenza. A volte con una parola, con l’ascolto soltanto, con la presenza, con l’aiuto concreto, con la rinuncia …sono tanti i modi per farci “segnali”, tanti i motivi per cui davvero possiamo desiderarLo. Lo si desidera soprattutto per avere pace e verità…poichè Egli è pace e verità.

    Mi piace

  11. basta poco, in fondo, per riconoscerci creature divine, un soffio di vento, l’ombra soltanto di un fiore per desiderare di condurre i nostri passi verso il creatore stesso….ma prima, prima di giungere alla meta, dobbiamo arrivarci preparati, con lo zaino pieno di segnali che sul nostro cammino abbiamo lanciato a destra e a manca. Credo che queste due liriche vogliano sottolineare che siamo tutti parte di un creato che abbisogna anche del più piccolo dei suoi “segni” per essere espressione piena della volontà del Padre:abbiamo tutti una responsabilità alla quale non possiamo dire di no! Rossana

    Mi piace

  12. è una natura antropomorfizzta, con pieghe e rughe, una natura che sente, che percepisce l’uomo, che lo accoglie e lo imita, quasi…una natura che è specchio della Bellezza, che stupisce l’uomo che in essa è calato e che non si riconosce..talvolta se ne sta a testa in giù, come disorientato, come in bilico, in cerca di una forza divina che lo faccia sopravvivere…è un Qualcosa che viene dall’Alto, un soffio di vento per andare nella giusta direzione, verso Dio…e imparare anche noi a stupire, come quella cimice, come quel ramo e i suoi germogli perfetti. Nicola P.

    Mi piace

  13. quante volte mi aggrappo anche io alla vita, mi ci avvinghio ed ho paura di morire…forse nel mio cuore so che devo fare ancora molta strada per imparare, per camminare verso di Lui, forse so che posso nel mio piccolo trasmettere anche io qalche segnale…ma non ne ho ancora avuto il coraggio…trasmetto a voce troppo bassa…e nessuno mi vede, nessuno percepisce talora in me un segnale del Padre! Mi aggrappo perchè prima di dire addio a questa terra ho ancora qualcosa, un piccolo sibilo, forse, da trasmettere, segno di un Amore che tutti a modo nostro possiamo incarnare.

    Mi piace

  14. l’importanza del trasmettere! l’importanza del testimoniare:siamo chiamati ogni giorno a dare testimonianza, da cristiani, dell’Amore che Dio ha nutrito per noi, a testimoniare con l’esempio la Sua parola, in mezzo agli altri, sul posto di lavoro, senza temere di essere additati…qualcuno si desterà prima o poi per lo stupore e saremo in tanti ad aprire le ali e a desiderare la Verità.

    Mi piace

  15. Inizio la giornata anche io in bilico, ma con lo stupore di sapere che comunque oggi andrà avrò comunque avuto la possibilità di stupire chi mi sta accanto con una parola, un gesto, anche solo con il silenzio, per accogliere la Bontà di dio come un soffio di vento capace di farmi volare. Federico

    Mi piace

  16. io vedo un uomo in un prato, accanto a un albero, in contemplazione di una cimice che “passeggia” su un ramo…vedo un uomo che si paragona a una cimice, vedo le difficoltà della cimice proprie dello stesso uomo, come a dire che tutti siamo destinati a raggiungere una certa felicità dopo molta fatica…e questo stupisce sempre, capire questo è una vera conquista! Carlotta

    Mi piace

  17. è un invito a vivere con spirito francescano, a cercare anche nei segni più piccoli ed apparentemente privi di significato, la presenza di una Bellezza, ma soprattutto di una Bontà di cui noi, piccole creature in bilico, godiamo ogni giorno senza quasi rendercene conto.Ma non solo questo. E’ un invito a farci segnale divino, a trasmettere un messaggio ben chiaro, a tramandare una Parola perchè la sua eco non abbia mai fine…pur nelle difficoltà, pur essendo a testa in giù.

    Mi piace

  18. anche una semplice cimice può stupirci, può renderci partecipi della benevolenza divina, un Dio che fa grandi cose per i suoi figli, anche il più piccolo dei suoi figli…tra le pieghe e nelle rughe:la vita non è mai facile…nè per noi uomini, nè per le cimici…ogni creatura ha le sue difficoltà…è una carezza, una consolazione per il cuore questa pagina!

    Mi piace

  19. desiderarTi:ci vuol così poco. Un soffio di vento. Con quelle ali posso anche io trasmettere segnali divini, essere “cimice” nel senso elettronico della parola…molto originale questo post!

    Mi piace

  20. mi piace questo sfondo, questo panorama antropomorfizzato, vivo, queste ali che trasmettono, queste pieghe vive del legno, queste rughe d’erba, come le rughe sul volto umano…mi piacionno queste foglie e i rami creati anche per me, Signore, piccola cimice spesso non degna delle tue meraviglie!

    Mi piace

  21. Ci sono anch’io Signore e ti desidero per tutto il creato che hai inventato per me, non son degno di partecipare alla tua mensa, ma di soltanto una parola e io saró salvato…e le mie ali vibreranno di te. Alberta, la piccola cimice.

    Mi piace

  22. quell’a testa in giù riprende un po’ il profumo sospeso sullo stelo, la precarietà del nostro vivere…eppure in questa nostra breve esistenza quante opportunità abbiamo di cogliere le meraviglie della natura. quante occasioni abbiamo per poter essere segni vivi della Bellezza del creato. Dobbiamo stupirci di quanto grandi cose ci circondano e stupirci di come anche noi siamo grandi pur nella nostra piccolezza…e quanto possiamo fare per “stupire” il prossimo!

    Mi piace

  23. quando penso alla cimice penso sempre a un insetto che un po’ mi repelle..qui ne avete dato un’immagine originale e delicata, giocando anche sul “doppio senso” e facendo comunque di questo esserino uno strumento della bontà di Dio che sempre desta in noi meraviglia! Meravigliarsi! Perchè Dio si piega sempre verso l’uomo, piccola cimice strumento però del Suo amore. Buona festa a tutti!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Italianostoria

Materiali per lo studio della Lingua e Letteratura Italiana, della Storia, delle Arti

INMEDIAR

Istituto Nazionale per la Mediazione e l'Arbitrato - Organismo di Mediazione iscritto al n° 223 del registro tenuto presso il Ministero della Giustizia

Via senza forma

Amor omnia vincit

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Riccardo Franchini. Godete

Bere Mangiare Viaggiare partendo da Lucca

telefilmallnews

non solo le solite serie tv

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Vincenzo Dei Leoni

… un tipo strano che scrive … adesso anche in italiano, ci provo … non lo imparato, scrivo come penso, per ciò scusate per eventuali errori … soltanto per scrivere … togliere il peso … oscurare un foglio, farlo diventare nero … Cosa scrivo??? Ca**ate come questo …

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Marino Cavestro

avvocato mediatore

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

beativoi.over-blog.com

Un mondo piccolo piccolo, ma comunque un mondo

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Theworldbehindmywall

In dreams, there is truth.

giacomoroma

In questo nostro Paese c'è rimasta soltanto la Speranza; Quando anche quest'ultima labile fiammella cederà al soffio della rassegnazione, allora chi detiene il Potere avrà avuto tutto ciò che desiderava!

Aoife o Doherty

"Fashions fade style is eternal"

PATHOS ANTINOMIA

TEATRO CULTURA ARTE STORIA MUSICA ... e quant'altro ...

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

quando la fine può essere un inizio

perché niente è più costante del cambiamento

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

centoceanidistorie

Cento pensieri che provano a prendere forma attraverso una scrittura giovane e ignorante, affamata solo di sfogo.

ognitanto|racconto

alberto|bobo|murru

vtornike

A topnotch WordPress.com site

Dale la Guardia

It's up to us on how to make the most of it.

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

postnarrativacarrascosaproject.wordpress.com/

Postnarrativa.org è un Blog di scrittura onde far crescere limoni e raccogliere baionette, Blog sotto cura presso CarrascosaProject

Parole a passo d'uomo

Poesie e riflessioni sugli uomini del mio spazio e del mio tempo | di Cristiano Camaur

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Paolo Brogelli Photography

La poesia nella natura

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

existence !

blog de philosophie imprévisible, dir. Jean-Paul Galibert

mediaresenzaconfini

ADR a 360 gradi Conciliazione, mediazione , arbitrato, valutazione neutrale, medarb e chi ne ha più ne metta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: