Il mistero dell’albero/Rami nuovi

Il mistero dell’albero

 Come un albero
da frutta
mi lasci satollo
e ogni volta
con un gusto nuovo.
Ma nessun albero
lo può e tu
regina della terra
fai pendere
forme nuove
sui miei sogni.

  albero su strapiombo

Rami nuovi

Violano i nostri rami
l’orizzonte
e la tua voce è roccia
aguzza insaziabile d’echi.
Io ancora madre
abbandono i fianchi alle
stelle, quando la notte
scende, i frutti sotto le foglie
dormono e dai sogni
una creatura nuova
singhiozza alla vita.