Annunci

Bellezza/Luce


Bellezza

Assordante
Vertigine
di schiuma
che distendi
ieri nuvola
domani tronco
oggi Bellezza

cascatella in rio Lissoia
Luce

Sola
una goccia nuda
scende per l’abisso
lubrico
e mi battezza
di Luce.

Annunci

  1. Buona sera a tutti, un fugace saluto non prima di essermi complimentati con Carlo e Giulia per questo splendido post: quella schiuma, quella luce è un Qualcosa che travolge il cuore come un canto antico che ci riporta indietro nel tempo e ci parla del futuro insondabile…ci parla di noi, dell’entità che possediamo, dello spirito libero che è in noi e che di tanto in tanto esce dalla gabbia dagli schemi e rotola giù in un vuoto lubrico, quello della cascata della coscienza, della memoria, per ritrovare sè stesso, per ritrovare l’essenza, la nous, forse per ritrovare Dio e nel riconoscerLo risalire l’abisso, fermarsi in cima alla vertigine respirare a pieni polmoni e poi tuffarsi giù…nella Bellezza fatta di Luce. Grazie di questo piccolo capolavoro che ha arricchito la mia giornata. Furio

    Mi piace

  2. guardo la foto e mi penso lì in mezzo alla natura…tutto parla,tutto mi parla della Bellezza, tutto è Bellezza ed io mi sento piccola dinanzi alla perfezione del tempo che scorre, del ciclo dell’acqua, delle Verità che da sempre i nostri padri ci tramandano….mi sento così:piccola e immensamente grata per essere anche io lì al centro dell’universo loquace e generoso. Rossana

    Mi piace

  3. Per me la Bellezza è un soffio purificatore, un’acqua che ristora…ci sono persone che la sanno esprimere con estrema umiltà:le ammiro molto..voi siete tra queste. Alice

    Mi piace

  4. La Bellezza è l’ombra di Dio che si stende sulla terra e la rende feconda! Torno a salutarvi con immenso piacere dopo tanto tempo. A presto. Alberto

    Mi piace

  5. la Bellezza è il mio bambino, con tutte le sue imperfezioni ed i suoi limiti, con tutta la sua voglia di lottare:se ne sta al mondo nudo come la goccia, e cerca altre gocce per diventare acqua.Voi siete per me tante gocce ristoratrici, siete per me anche voi Bellezza.

    Mi piace

  6. E’ vero Renato..i figli sono ciò che ci salvano, i figli amati con tutta l’anima, i figli che sono l’anima nostra. Quanta bellezza vediamo rispecchiata in loro, soprattutto quando essi sono piccoli:rappresentano tutto il bello ed il primordiale che noi adulti abbiamo perduto e dolcemente, commoventemente ci riportano a quello che siamo stati, a quando l’acqua ci tolse il peccato originale, a quando la bellezza era incontrare lo sguardo della madre prima di afferrare il seno…è muta la bellezza, una muta loquacità che mei si interrompe tra certe persone.

    Mi piace

  7. Forse era Beatrice per Dante o Laura per Petrarca…era Francesca per Paolo, era di certo Eloisa per Abelardo…così come era Astrolabio per Abelardo!

    Mi piace

  8. io sono rimasta così colpita dalla belezza di questo post che lunedì lo proporrò ai miei studenti nel tentativo di farli ragionare su che cos’è la Bellezza: per me è la Luce che ognuno di noi ha dentro, quella Luce che in certi momenti ci trasfigura tanto ci rende belli e puri e chi ci sta difronte quasi non riesce a sostenerne lo sguardo tanto essa è penetrante e casta. Enrica F.

    Mi piace

  9. Mi riportate al momento in cui le mie bimbe sono state battezzate. In quel rito, per la prima volta, mi sono sentita madre, l’acqua si é unita alle lacrime di mia figlia, le stesse lacrime di quando é venuta al mondo, e alle mie, e a quelle di mia madre e della madre di mia madre…e l’incapacitá di trattenere e capire le emozioni provate era proprio come una assordante vertigine…anche Gesú si é fatto Battezzare con l’acqua e secondo me é uno dei momenti piú commoventi del Vangelo…a questo sto pensando, la Bellezza e la Luce delle vostre parole oggi bagnano il viso e si confondono con il pianto dell’Umanitá intera.

    Mi piace

  10. lasciarsi battezzare è il senso del post, lasciarsi amare da Dio…è Lui che ci chiama per nome…in questo foglio di Luce state a modo vostro ricordando a tutti noi che da neonati abbiamo ricevuto un sacramento, Dio in persona ci ha chiamati per nome riconoscendoci figli Suoi. E vi ringrazio per questo. Corrado Fadda

    Mi piace

  11. il tempo stesso è vertigine, il tempo che impieghiamo per far sì che l’abisso lubrico che è in noi diventi palmo aperto per accogliere acqua…non si può da soli cambiare. L’acqua ha il suo ciclo ma l’uomo ha bisogno dell’amore, dell’affetto per camminare e l’amore è una nube che ti sta sopra, ti bagna e tu fiorisci, alzi i tuoi rami alla luce che una goccia di resina attraversa piano piano, scavandoti l’anima. Una goccia nuda! Perchè è puro amore.

    Mi piace

  12. Mi sono concentrato sull’immagine e poi ho letto le liriche:vi ho visto dentro un Dio che prova grande senso di vertigine a guardare nel mio baratro, ne prova così tanta pietà da piangere, ma forse vede in fondo, laggiù proprio alla fine del buio, uno spiraglio di salvezza ed allora Egli quasi si riconosce, riconosce in me Suo figlio ed il pianto è un pianto di commozione, di gioia…scivola dentro al mio cuore la Sua lacrima e rinasco a nuova vita. Salvatore

    Mi piace

  13. credo che la bellezza di questo post risieda fondamentalmente negli animi di chi l’ha creato, in quel desiderio di mettere a nudo il proprio stupore, i propri limiti, in quella voglia di comunicare che siamo tutti alla ricerca di qualcosa di vero ed autentico, che esca fuori dagli schermi televisivi e dai cartelloni pubblicitari…la vita è altrove, nel profondo del nostro lubrico abisso dove una goccia d’acqua taglia il buio, ed è una vertigine d’acqua la bellezza, non la plastica che indossiamo. buona domenica a tutti

    Mi piace

  14. In fondo anche Dio ha bisogno dell’uomo, come un padre ha bisogno dell’amore dei suoi figli per vivere. Anche Dio si cala nell’abisso e tira fuori quel po’ di gratitudine che noi figli possiamo nutrire in fondo al cuore. E’ un bellissimo post Riccardo

    Mi piace

  15. ci sono questi due piani, quello umano e quello divino che mi pare facciano il possibile per incontrarsi, per trovare un contatto, magari piccolo come una goccia, ma che sia contatto, tangibile. Federico

    Mi piace

  16. lo definirei un panismo francescano…mica facile arrivare a tanto!Bisogna avere occhi da bambini spalancati e lo stupore di lasciarsi colpire ancora da quel raggio invisibile divino. Immagine straordinariamente efficace per rendere tangibili i vostri versi così come tangibili rendete i segni di Dio. Filippo

    Mi piace

  17. ieri, oggi, domani:è sempre presente la Vertigine e tu, abisso buio e scivoloso devi solo risalire te stesso, salire la china, passare col dito sopra alla gobba delle tue mancanze e prima o poi un goccia verrà a bagnare anche quella gobbetta e sarai creatura nuova in Cristo. Tiziana

    Mi piace

  18. La magia dei versi associati all’immagine:la rapidità, la sonorità unita all’allitterazione di questo dialogo riproduce con fedeltà il rumore stesso della cascatella ed è un attimo rimanerne come storditi, per un effetto di luce che coinvolge tutti i nostri sensi:rimani abbagliato, bagnato dall’acqua, ti aggrappi con le mani per quel senso di vuoto che pare travolgerti…perfetto! E’ perfetto! Bravissimi. Nicola P.

    Mi piace

  19. ecco la circolarità del dialogo, chiuso come il ciclo dell’acqua: Dio che è vertigine per l’uomo che innalza a Lui lo sguardo e l’uomo che è un baratro, un abisso ed allora che cosa fa il Padre? si cala nell’abisso, in nuvola, acqua, goccia e lo immerge (in greco antico è bapto il verbo che esprime il battesimo) lo inonda di luce…c’è tanta speranza., la tenacia di chi non perde mai occasione per poter ritrovare il vero senso dell’esistenza nell’assurdo del quotidiano. Alberto

    Mi piace

  20. Straordinario post:davero di una poesia senza fine. C’è proprio tutto, la finitezza umana, il senso del peccato, l’aspirazione a Dio, la grandezza del Padre che con poco ci salva, con nulla ci trasforma in creature nuove…Mi ha colpito la coscienza di Giulia che lei descrive come un abisso lubrico..è purtroppo vero anche per me e so che male faccia sentire il peso di questo viscidume..la luce però arriva, anche in fondo all’abisso ed in questo c’è tanta delle sua fede.Ed oggi ne avete trasmessa tanta anche a me. Un abbracio forte e grazie di tutte le belle cose che leggo in voi! Paolo

    Mi piace

  21. direi un dialogo incisivo e davvero colmo di Bellezza. La bellezza si confonde con la luce, l’acqua che monda e purifica, acqua che sotto diversi aspetti sempre viene a dissetarci di luce. Si rincorrono le parole come in un vortice e quando guardi l’immagine sembra che qualche goccia abbia bagnato di luce e bellezza anche te! e infatti così è. Buon fine settimana a tutti

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Italianostoria

Materiali per lo studio della Lingua e Letteratura Italiana, della Storia, delle Arti

INMEDIAR

Istituto Nazionale per la Mediazione e l'Arbitrato - Organismo di Mediazione iscritto al n° 223 del registro tenuto presso il Ministero della Giustizia

Via senza forma

Amor omnia vincit

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Riccardo Franchini. Godete

Bere Mangiare Viaggiare partendo da Lucca

telefilmallnews

non solo le solite serie tv

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Vincenzo Dei Leoni

… un tipo strano che scrive … adesso anche in italiano, ci provo … non lo imparato, scrivo come penso, per ciò scusate per eventuali errori … soltanto per scrivere … togliere il peso … oscurare un foglio, farlo diventare nero … Cosa scrivo??? Ca**ate come questo …

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

Marino Cavestro

avvocato mediatore

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

beativoi.over-blog.com

Un mondo piccolo piccolo, ma comunque un mondo

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Theworldbehindmywall

In dreams, there is truth.

giacomoroma

In questo nostro Paese c'è rimasta soltanto la Speranza; Quando anche quest'ultima labile fiammella cederà al soffio della rassegnazione, allora chi detiene il Potere avrà avuto tutto ciò che desiderava!

Aoife o Doherty

"Fashions fade style is eternal"

PATHOS ANTINOMIA

TEATRO CULTURA ARTE STORIA MUSICA ... e quant'altro ...

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

quando la fine può essere un inizio

perché niente è più costante del cambiamento

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

centoceanidistorie

Cento pensieri che provano a prendere forma attraverso una scrittura giovane e ignorante, affamata solo di sfogo.

ognitanto|racconto

alberto|bobo|murru

vtornike

A topnotch WordPress.com site

Dale la Guardia

It's up to us on how to make the most of it.

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

postnarrativacarrascosaproject.wordpress.com/

Postnarrativa.org è un Blog di scrittura onde far crescere limoni e raccogliere baionette, Blog sotto cura presso CarrascosaProject

Parole a passo d'uomo

Poesie e riflessioni sugli uomini del mio spazio e del mio tempo | di Cristiano Camaur

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Paolo Brogelli Photography

La poesia nella natura

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

existence !

blog de philosophie imprévisible, dir. Jean-Paul Galibert

mediaresenzaconfini

ADR a 360 gradi Conciliazione, mediazione , arbitrato, valutazione neutrale, medarb e chi ne ha più ne metta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: