Annunci

Uomo/Donna


Anima Animusque

Da Giulia…

Uomo

Appari.
L’azzurro è qui
e sa di terra
mentre dipingi
tutti i miei pensieri.

Da Carlo…


Donna

Non fu
facile bisso
a circuirmi
le idee
ma una madre
ridotta all’essenza
tra colline
di lana.

Annunci

  1. il senso è questo: l’uomo e la donna sono l’Uomo e la Donna, gli unici in grado di mostrarti realmente chi tu sia! La loro funzione, il loro ruolo è fondamentale, perchè attraverso l’affettività ti conducono all’epistème! Luciano

    Mi piace

  2. e cielo e terra si mostrò qual era! Ecco che mi fa venire in mente la lirica di Giulia…Pascoli, il lampo…come un lampo appare quest’uomo e mostra la realtà così com’è senza veli, senza illusioni, la verità…un lampo che ti spoglia, freddo, ti lascia nuda e tu ti senti parte del cielo e della terra, della terra e del mare, in armonia con il creato grazie all’Uomo che ti ha fatto comprendere chi sei. Lucia

    Mi piace

  3. L’azzurro è una madre ridotta all’essenza, è una madre che riconosce che l’azzurro sa di terra, un tutt’uno, un cerchio, una linea chiusa. al suo interno solo un dio che per metà ha sembianza femminili e per metà sembianze maschili. Luciano

    Mi piace

  4. la madre ridotta all’essenza è come un padre ridotto al’essenza…sono entrambe immagini che riportano alla memoria il femminino ed il mascolino sacro, cioè l’idea di un Uomo e di una Donna primordiale, quelli da cui discendiamo, quelli in cui ci riconosciamo, quell’uomo e quella donna che sono a immagine e somiglianza di Dio! E vi trovo immensi nel descrivere questo concetto! Grazie. costanza

    Mi piace

  5. perdonate la mia ignoranza ma a Foscolo non ci sarei mai arrivata e tantomeno ad intendere quel “facile”! Vorrei invece dire una cosa circa quell’appari che per me ha valore visivo, l’immagine che circuisce le idee, ma l’uomo non appare come un corpo, ma come LUCE, mi pare che la sua comparsa sia per Giulia immagine del trascendente, di ciò che lei anela ed è comunque irraggiungibile perchè ha forma solo nei suoi pensieri! Sono due poesie splendirde. paola

    Mi piace

  6. uomo e donna, sole e luna, l’uno vive riflesso nell’altra…siete delicati oggi, con le vostre immagini concrete…vedo un’artista dietro ad una tela con in mano ciotole di terracotta ed un pestello di legno mentre frantuma i “colori” nell’atto di dipingere tutto ciò che la tiene in vita, lo scopo della sua vita stessa: l’uomo che ama! E poi vedo un uomo alla finestra che guarda verso un gregge e pensa ai seni morbidi e caldi della sua donna, pensa al profumo del latte, alla gratuità tipica di una madre, a quell’amore incondizionato che supera ogni nostro limite…e mi piacete particolarmente!

    Mi piace

  7. finalmenmte non solo bisso che mette in risalto le forme, ma qualcosa d’altro fa perder la testa ad un uomo….a furia di pubblicità sembra che solo il corpo femminile sia in grado di circuire l’uomo e il cervello è un optional..sarà questione di ormoni, vai a capire! E’ vero che l’occhio vuole la sua parte, ma la bellezza vera, quella che comprende cielo e terra, quella che spazia oltre l’orizzonte è qualcosa di spirituale, è la bellezza che spinse Eloisa ad amare Abelardo anche dentro le mura di un convento e per sempre…oltre l’evirazione, oltre la morte! Vi invidio un casino! Maria

    Mi piace

  8. colline di lana:metafora! Seni caldi, che accolgono, seno materno che nutre e garantisce la vita, il grande utero da cui discendiamo…l’epifania estatica – mi ricordate il Cantico dei Cantici – in cui la donna si riconosce come parte essenziale dell’uomo che le sta dinanzi: è un uomo, l’uomo, l’unico in grado di offrirle protezione, la stessa protezione che offrono i suoi seni…l’uno non può vivere senza l’altra ed ha ragione, ha proprio ragione littlebook, sopraTTUTTO PERCHè SIETE DAVVERO BRAVI A DESCRIVERE CON POCHI TRATTI MINIMALISTI l’emozione che suscita in voi l’altro sesso inteso come completamento di se stessi. Nicola P.

    Mi piace

  9. e se non sbaglio è giusto la donna celebrata da Semonide di Amorgo! la donna ape, quella che permette alla generazione di prosperare, quella fedele e operosa! Grazie Carlo e Giulia perchè mi fate sentire la letteratura viva, viva e vivibile, percettibile nel quotidiano…siete due creature splendide! Alice

    Mi piace

  10. madre ridotta all’essenza: quale sarà quest’essenza se non il generare? la vera DONNa, QUELLA DESIDERABILE NEL SENSO PIù COMPLETO è LA DONNA DA CUI POSSIAMO AVERE UN FIGLIO, quella che ci dona immortalità. è quella donna che rimane costantemente innamorata di noi..guardate ne parlava Giulia ieri…si tratta di una donna che non cessa mai di stupirsi dinanzi alla Bellezza dell’uomo che ama, un uomo divino!

    Mi piace

  11. e bella responsabilità abbiamo anche noi donne! sapete che significa rappresentare comunque il femminino sacro?altro che bisso che mette in luce le forme…qui è l’anima non il corpo a circuire! Rossana

    Mi piace

  12. l’azzurro sa di terra, il cielo sa di umanità! Il trascendente sa di contingente, l’uomo è dio sceso sulla terra e riempie tutti i pensieri della donna!SEnza di lui per la donna non sarebbe possibile accedere al concetto di divinità…bella responsabilità abbiamo noi maschietti! Salvatore

    Mi piace

  13. del resto anche Zeus era invidioso della donna proprio perchè essa era in grado di partorire e l’uomo no: in effetti fece nascere Atena dalla sua testa! Ma la donna non può fare a meno dell’uomo, è per Giulia come una visione estatica…è lei oggi a indossare la veste di Dante difronte ad una Beatrice in pantaloni! Bravi! Carlotta

    Mi piace

  14. ora lo dico: il riferimento è l’ode all’amica risanata (che io odio!!!) tra tutta la produzione di Foscolo è il pezzo che mi piace di meno!Mi par di capire che il poeta veda nella donna amata non solo una bellezza muliebre fializzata soprattutto ad appagare i sensi, quanto la celebrazione dell’azione creatrice di un Dio. Marta

    Mi piace

  15. forse la donna ha bisogno di strumenti, di colori per dipingere, crea grazie al fatto che c’è un uomo che le offre ocra e lapislazzuli che danno vita ad un quadro di straordinaria bellezza, perchè la creazione della donna ripete all’infinito l’atto creativo di Dio. Federico

    Mi piace

  16. più che invidiabile credo sia un exemplum per tutti il sentimento che vi lega, per lo meno è desiderabile per me…intendere con un’armonia di pensiero determinate tematiche e su di esse confrontarsi con gioia tutti i giorni non è facile…ed il dono grande è quello di voler condividere determinate riflessioni col fine ultimo di creare un ponte di cuori che palpitano di umanità:un’umanità fatta dei primitivi uomo e donna, almeno di come voi ve li figurate…e trovate immagini originali, come i colori e le colline di lana che mi piacerebbe gli studenti commentassero. A parer mio in qesto dialogo riuscite ad esprimere il desideio primordiale dell’unione desiderta da Adamo ed Eva.

    Mi piace

  17. l’uomo e la donna come specchio del demiurgo, l’uomo e la donna come forza generatrice, senza i quali il mondo avrebbe certo una fine…in realtà sono la finalità stessa dell’atto creativo di Dio…l’uomo che vede la donna come la Madre Terra, la donna che vede l’uomo come demiurgo, colui che conosce tutto e che le permette il panteismo cosmico, la riflessione dapprima su se stessa…oggi è il sublime!

    Mi piace

  18. Caro Feboapollo, mi perdoni il tono confidenziale ma credo che sua moglie sia una donna davvero fortunata… per non parlare dei suoi studenti!! Scusi ma dovevo proprio dirlo.

    Mi piace

  19. Nella prima vedo il cielo e la terra che fanno l’amore plasmando l’uno nell’altro e generando la scintilla…quella scintilla creativa che colora l’anima e la mente e che si ripete nel tempo.
    Nella seconda la creazione sembra ancor piú tangibile e allo stesso modo glorificata in un immagine piú terrena. Penso proprio alla donna della “Buona Terra” alle sue mani specchio della terra stessa, della sofferenza,della dignitá piú autentica e poi penso al suo corpo, morbido come quello di una bambina e allo stesso tempo ventre di vita. Mi avete fatto pensare oggi ad immagini stupende e mi lascio cullare dai vostri versi…grazie

    Mi piace

  20. queste due liriche oggi sembrano leggere, ma in realtà c’è un qualcosa di estremamente filosofico alla loro base. Giulia, forse sulla falsa scia del dialogo di ieri, riprende la filosofia greca, l’epistème, la conoscenza e ne dà idea in modo originale, perchè l’azzurro è riferibile al cielo ed anche al mare…per gli antichi era impossibile sfidare il mare ed il cielo (vedi Ulisse al di là delle colonne d’Ercole, vedi il mito di Icaro), erano luoghi inaccessibili, ma l’uomo per Giulia è in realtà la chiave per la conoscenza completa, attraverso l’uomo è possibile accedere al mare, al cielo e alla terra, l’unico mezzo per raggiungere l’epistème! E’ bellissima questa interpretazione di ciò che l’uomo rappresenta per la donna, come è straordinario il femminino sacro che Carlo vede nella donna che ama, è la magna mater primitiva, la madre ancestrale, l’origine dedl tutto….i vostri versi hanno qualcosa di magico e tribale oggi e spero di averli interpretati bene…sinceramente sono per me tra i più sentiti, tra i più vicini al mio modo di intendere l’altro sesso. Grazie! Paolo

    Mi piace

  21. il colore del cielo e quello della terra per dare un senso ad ogni pensiero…come se l’uomo rappresentasse l’universo intero per la donna. L’essenza materna come connotante la figura muliebre, per riprendere l’immagine del demiurgo di cui si parlava ieri:versi scarni e primitivi, ma incisivi e delicati. Riccardo

    Mi piace

  22. originalissima ripresa foscoliana (vediamo se individuano di che si tratta!!!!)…anche oggi a parer mio c’è un forte zoccolo filosofico sotteso alle due liriche, molto celato a prima vista, ma i titoli sono emblematici e dovrebbero aiutare l’interpretazione….tra le liriche più belle che ho letto qui sopra!

    Mi piace

  23. la donna che circuisce le idee, l’uomo che dipinge tutti i pensieri…quando si è innamorati è questo lo stato idilliaco in cui come in un limbo si procede per mano. Buon lavoro a tutti. Daniele

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Italianostoria

Materiali per lo studio della Lingua e Letteratura Italiana, della Storia, delle Arti

INMEDIAR

Istituto Nazionale per la Mediazione e l'Arbitrato - Organismo di Mediazione iscritto al n° 223 del registro tenuto presso il Ministero della Giustizia

Via senza forma

Amor omnia vincit

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Riccardo Franchini

Bere e Mangiare partendo da Lucca

telefilmallnews

non solo le solite serie tv

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Vincenzo Dei Leoni

… un tipo strano che scrive … adesso anche in italiano, ci provo … non lo imparato, scrivo come penso, per ciò scusate per eventuali errori … soltanto per scrivere … togliere il peso … oscurare un foglio, farlo diventare nero … Cosa scrivo??? Ca**ate come questo …

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

Marino Cavestro

avvocato mediatore

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

beativoi.over-blog.com

Un mondo piccolo piccolo, ma comunque un mondo

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Theworldbehindmywall

In dreams, there is truth.

giacomoroma

In questo nostro Paese c'è rimasta soltanto la Speranza; Quando anche quest'ultima labile fiammella cederà al soffio della rassegnazione, allora chi detiene il Potere avrà avuto tutto ciò che desiderava!

Aoife o Doherty

"Fashions fade style is eternal"

PATHOS ANTINOMIA

TEATRO CULTURA ARTE STORIA MUSICA ... e quant'altro ...

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

quando la fine può essere un inizio

perché niente è più costante del cambiamento

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

centoceanidistorie

Cento pensieri che provano a prendere forma attraverso una scrittura giovane e ignorante, affamata solo di sfogo.

ognitanto|racconto

alberto|bobo|murru

vtornike

A topnotch WordPress.com site

Dale la Guardia

It's up to us on how to make the most of it.

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

postnarrativacarrascosaproject.wordpress.com/

Postnarrativa.org è un Blog di scrittura onde far crescere limoni e raccogliere baionette, Blog sotto cura presso CarrascosaProject

Parole a passo d'uomo

Poesie e riflessioni sugli uomini del mio spazio e del mio tempo | di Cristiano Camaur

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Paolo Brogelli Photography

La poesia nella natura

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

existence !

blog de philosophie imprévisible, dir. Jean-Paul Galibert

mediaresenzaconfini

ADR a 360 gradi Conciliazione, mediazione , arbitrato, valutazione neutrale, medarb e chi ne ha più ne metta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: