Incantesimo/Magia notturna


Mondo fiabescoDiamo il benvenuto a Lucia e ringraziamo anche tutti gli altri studenti perché i commenti sono straordinari e certo un domani questi ragazzi saranno ottimi docenti, non solo per gli aspetti tecnici che padroneggiano, ma per la sensibilità che dimostrano ogni giorno.


 

 

 

Da me…

Incantesimo
(Oltre a te ho solo la morte)

Fui mago per
un filtro solo
e vivere divenne
un incantesimo

Da Giulia…

Magia notturna

Di notte
troppo forte
era la luce
del tuo lume
e non mi accorsi
che a bruciare
non erano le mie ali
di falena
ma l’anima


Annunci

25 risposte a "Incantesimo/Magia notturna"

  1. tagore, Ariosto, Pavese, Apuleio…quanti versi avete fatto rinascere nella nostra memoria: lavoro preziosissimo il vostro. I fili della letteratura si tessono con il quotidiano e ne nasce un dialogo che non ha tempo, non ha luogo, non ha età…Sempre ammirata. Enrica F.

    Mi piace

  2. C’è un particolare da non tralaciare: Psiche è incinta…l’incontro con il lume è un incontro fecondo, il filtro genera un incantesimo, un figlio! la sua anima sarà eterna! Maria

    Mi piace

  3. le ali permettono alla farfalla di volare…ma verso cosa? verso il lume, sempre e solo quel lume, come se essa fosse preda di un incantesimo, tutta la sua breve vita trascorrerà nell’ansia della notte, il momento in cui si rinnova la magia..e la sua anima VIVE! Paola

    Mi piace

  4. Ho pensato che il lume possa essere metafora del volto e la donna rimane come accecata dalla bellezza, un po’ come Dante che non riesce a sostenere il sorriso e lo sguardo di beatrice così Giulia non riesce a non cedere dinanzi alla bellezza dell’uomo che aMA fino a consumare la sua anima in una passione bruciante…e così anche Dante non se ne ha a male!! Ho letto parte dell’Eremita ed è molto bello…lo concludo al più presto! Federico

    Mi piace

  5. La lampada di Psiche, la goccia d’olio che brucia l’omero di Eros, la sua ira, Psiche che si punge con la stessa freccia di Cupido e ne rimane innamoraa per sempre….sì, belli , proprio belli e ricchi di mito questi vostri versi! Carlotta

    Mi piace

  6. qualora l’incantesimo cessasse a Carlo non resterebbe che la morte: la donna e quindi il suo amore sono una magia e tale magia è la vita stessa, l’anima di cui parla Giulia! Bellissimi i vostri versi…volano leggeri! Luciano

    Mi piace

  7. Mi ricorda un po’ Pavese quell’ Oltre a te ho solo la morte. E potrebbe essere il sottotitolo anche della poesia di Giulia…ed il vosro messaggio è chiaro: oltre alla poesia che dona magia alla vita al poeta non rimane che la morte. Il senso della sua vita sta nei versi che egli scrive! Un abbraccio. Renato

    Mi piace

  8. A me oggi ricordate la follia di Orlando…ed è bello perchè Giulia risponde a Carlo dicendo che è Angelica ad essere pazza d’amore…come se nessuno potesse essere esente da magia e da amore in questa vita. Un bacio. Marta

    Mi piace

  9. tu fosti mago, io falena, io preparai il filtro e tu lo bevesti…vedo una caverna e al suo interno un mago che gioca con una farfalla e per magia s’innamorano l’uno dell’altra…per l’eternità. Alice

    Mi piace

  10. Anche a me fate venire in mente certe immagini di Tagore: si inseguono come sempre i vostri versi: Crlo dice che oltre ala donna gli rimane solo la morte, mentre Giulia afferma che è proprio la sua anima a morire per l’uomo che ama…lei gli ha donato la vita. Rossana

    Mi piace

  11. qualora svanisse l’incantesimo Carlo morirebbe, mentre Giulia è già morta nell’anima, nel senso che l’anima non le appartiene più, è dell’uomo che ama!…e’ un girotondo di bacchette magiche, di pozioni e mele avvelenATE, di principi azzurri che alla fine si adoperano per il lieto fine. bELLISSIMI VERSI ANCHE OGGI! bUON LAVORO A TUTTI. sALVATORE

    Mi piace

  12. dialogo magico e poco terreno, come dice Davide, ma sono certo che i nostri autori vivono nella quotidianità tale magia che forse ha molto di doloroso e poco di fiabesco…loro cantano spesso del male di vivere e chissà che anche questi versi non ne nascondano una traccia profonda. del resto il riferimento ad Apuleio ben sottolinea quest’aspetto. La lirica di Carlo è concisa e dura nel riconoscere che “chi la fa l’aspetti!”, anche se poi questa attesa dura tutta la vita ed è piacevole cadere nella trappola che noi stessi abbiamo teso per la nostra preda. La lirica di Giulia è un canto notturno, un’allitterazione di “L”, un susseguirsi dolcissimo di vocali, prima le “O”, poi le “U”, poi “I” ed “A”, si susseguono, pianissimo, fino a spegnersi come la fiamma del lume di Carlo! Mi è piaciuto molto questo dialogo…davvero tanto. Nicola P:

    Mi piace

  13. Oltre a te ho solo la morte….l’ho detto a mio figlio! perchè lui è tutta la mia vita!!! E da quando il suo lume di bimbo mi ha illuminato la mia anima si è bruciata fono a librarsi in cielo…versi bellissimi ed eterei! Alberto e Tiziana

    Mi piace

  14. mi ricordate Tagore…la lirica di giulia soprattutto, forse perchè è impalpabile come il fumo che svapora dalle ali bruciate di una farfalla…avete bevuto un filtro magico voi due! Buon lavoro a tutti. Ale

    Mi piace

  15. Penso a quel primo sorriso ricambiato… a quella persona che per noi era cosí irraggiungibile da averla idealizzata come una dea/dio e che in un magico istante si accorge di noi. Il mondo intero si trasforma in quell’istante, il mondo svanisce e il paese delle meraviglie si dispiega davanti e dentro di noi.
    Il tutto dura il tempo di una magia, la vita di una farfalla o di un fiore che brucia amando il sole.

    Mi piace

  16. ma quanto siete singolari e originali oggi! Come se la donna fosse lo specchio di biancaneve…il mago si riflette dentro e per sempre diventa schiavo di quell’immagine, schiavo di quella bellezza che non gli appartiene. La lirica di Giulia invece mi ricorda la favola di Amore e Psiche e credo che Apuleio stia applaudendo soddisfatto di questa aemulatio cum variatio!

    Mi piace

  17. prima il mago vittima del suo stesso incantesimo, poi la farfalla ingorda che è perduta per sempre: chi è Esopo al confronto??Molto belli questi due “apologhi”…trovo le vostre immagini sempre efficaci benchè assai delicate nell’esprimersi…ed è questo il vostro punto di forza:l’armonia del contrasto. Una buona domenica Carlo, una buona domenica Giulia!

    Mi piace

  18. Oltre a te ho solo la morte, perchè la tua bellezza è così accecante che vedo solo il tuo volto, perchè la fiamma del lume è così caldo che nient’altro può scaldare il mio cuore…tutta l’anima ti ho donato e con le mie ali volo di fiore in fiore e impollino con il tuo filtro magico ogni corolla colorata….che bellissima favola ci avete narrato oggi! Una buona domenica a tutti. Paolo

    Mi piace

  19. vivere è un incantesimo solo se il filtro è quello che ci insegna ad amare con gratuità…ma vuol dire bruciarsi l’anima!!! Siete sempre sulla stessa lunghezza d’onda voi due! Costanza

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.