Indifferenza/Giro le ruote


donna di sabbiaDi fronte ai Vostri commenti non so più che dire… se non che vorrei raggiungere tutti voi.
Ci può essere qualcosa di più bello nella vita di un uomo che trovare degli amici che pensano a lui costantemente?
Io credo proprio di no.

Grazie dal più profondo del cuore.

Dalla poetessa…

Indifferenza

Calpesti la terra
Solcando un cuore amaro
E non t’accorgi
Di quanto duro sia
Il mio sopravvivere,
germoglio stroncato
da un’orma troppo grande
da sopportare

E da me…

Giro le ruote

Giro
le ruote
ormai
e le mani
rimangono
sotto.
Forse ti confondi
col mio dolore.

Autore: tieniinmanolaluce

Sono attualmente avvocato, mediatore civile e commerciale, formatore di mediatori e mediatore familiare socio Aimef. Per undici anni sono stato docente di letteratura italiana e storia antica al liceo classico. Sono accademico dell'Accademia Internazionale di Arte Moderna. Scrivo da sempre senza privilegiare un genere in particolare. Ho pubblicato diversi libri anche in materie tecniche. Tra quelli letterari ricordo da ultimo: Un giardino perfetto, Poesie 2012-2016, Carta e Penna Editore, novembre 2016. La condizione degli Ebrei dai Cesari ai Savoia, Carta e Penna Editore, aprile 2017 La confessione, Dramma in quattro atti, Carta e Penna Editore, aprile 2017 Ho iniziato questo blog nel febbraio del 2006 e mi ha dato grandi soddisfazioni. Spero continuino anche su questa piattaforma. Tutto ciò dipende fondamentalmente dalla interazione con tutti voi, cari lettori.

11 pensieri riguardo “Indifferenza/Giro le ruote”

  1. la prima è spettacolare…senza parole…per come viene descritto questo disagio, sembra che la poetesa l’abbia toccato con mano! La malattia è un tunnel buio che andrebbe attraversato con le mani strette nelle mani di qualcuno che ci ama…parlo per esperienza personale. Cris

    "Mi piace"

  2. Anni fa feci un viaggio a Lourdes…dinanzi alla prima lirica rimango senza parole:descrive a perfezione l’aria che si respira tra quelle carrozzelle, il senso di rabbia, di abbandono alla terra, terra calpestata da sguardi indifferenti:c’è un dolore assurdo quasi da sopportare in questi versi. La seconda le va dietro con l’immagine di un paralitico che è più cinico per certi versi, è come se volesse dire all’altro “Ehi, io sto peggio di te, non ho neppure più la forza per spingere avanti la carrozzella” …ma potrebbe anche essere una spia di speranza quel “forse”, una umile condivisione del dolore dell’altro. Ora ho capito il Prader Willi!

    "Mi piace"

  3. Come sempre la poetessa dimostra un affinato studium…non si scrive di getto, non s’improvvisa nulla, nulla è lasciato al caso, neppure la tematica del nosos, della malattia, dell’impotenza umana dinanzi ad essa e della crudeltà umana che fugge per evitare il contagio del solo dolore. La prima lirica è tutta giocata su icone, sono queste che rimandano all’idea del dolore insopportabile…la seconda si affianca presentando l’immagine di un uomo in carrozzella, solo, assolutamente solo, nessuno spinge le sue gambe di ferro, deve fare tutto in solitudine e anche le mani ormai non ce la fanno più a spingere…questa è più ripiegata su se stessa, metafora di un dolore personale che il poeta spera di condividere con qualcuno. Molto molto bravi

    "Mi piace"

  4. Le mani non riescono più a far girare la carrozzella e ci si ritrova ad essere un germoglio stroncato…via quel FORSE…deve vincere la certezza che c’è sempre qualcuno accanto a noi disposto ad accogliere e ad amare anche le nostre imperfezioni

    "Mi piace"

  5. NON TI ACCORGI:eccola qua l’indifferenza dinanzi all’impotenza e alla sofferenza. Splendida l’idea di toccare questa tematica scomoda. Si calpesta la terra solcando un cuore amaro dal dolore, un cuore di fiele arrabbiato con la vita…io la trovo potentissima, mentre l’altra appare più fiduciosa nell’aiuto del prossimo, in qualcuno disposto a condividere tale dolore. Una buona giornata

    "Mi piace"

  6. già…l’orma troppo grande è quella della malattia, magari inguaribile, dinanzi alla quale spesso si scappa per timore di dover soffrire pure noi.E si rimane stroncati senza speranza di sbocciare. Nella seconda qualche speranza in più in quel forse che indica condivisione

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

ItalianoStoria

Materiali per lo studio della Lingua e Letteratura Italiana, della Storia e delle Arti

INMEDIAR

Istituto Nazionale per la Mediazione e l'Arbitrato - Organismo di Mediazione iscritto al n° 223 del registro tenuto presso il Ministero della Giustizia

Monica Poletti

Interior design is our passion

Via senza forma

Amor omnia vincit

telefilmallnews

non solo le solite serie tv

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il Blog si sbriciola facilmente

Vincenzo Dei Leoni

… un tipo strano che scrive … adesso anche in italiano, ci provo … non lo imparato, scrivo come penso, per ciò scusate per eventuali errori … soltanto per scrivere … togliere il peso … oscurare un foglio, farlo diventare nero … Cosa scrivo??? Ca**ate come questo …

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

Marino Cavestro

avvocato mediatore

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

beativoi.over-blog.com

Un mondo piccolo piccolo, ma comunque un mondo

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Theworldbehindmywall

In dreams, there is truth.

giacomoroma

In questo nostro Paese c'è rimasta soltanto la Speranza; Quando anche quest'ultima labile fiammella cederà al soffio della rassegnazione, allora chi detiene il Potere avrà avuto tutto ciò che desiderava!

Aoife o Doherty

"Fashions fade style is eternal"

PATHOS ANTINOMIA

TEATRO CULTURA ARTE STORIA MUSICA ... e quant'altro ...

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

La Via della Mediazione

Perché niente è più costante del cambiamento

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

centoceanidistorie

Cento pensieri che provano a prendere forma attraverso una scrittura giovane e ignorante, affamata solo di sfogo.

ognitanto|racconto

alberto|bobo|murru

vtornike

A topnotch WordPress.com site

Dale la Guardia

It's up to us on how to make the most of it.

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

postnarrativacarrascosaproject.wordpress.com/

Postnarrativa.org è un Blog di scrittura onde far crescere limoni e raccogliere baionette, Blog sotto cura presso CarrascosaProject

Parole a passo d'uomo

di Cristiano Camaur

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

Iridediluce

“I libri si rispettano usandoli.” U. Eco

Paolo Brogelli Photography

La poesia nella natura

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

EXISTENCE !!

le blog de philosophie imprévisible de Jean-Paul Galibert

mediaresenzaconfini

ADR a 360 gradi Conciliazione, mediazione , arbitrato, valutazione neutrale, medarb e chi ne ha più ne metta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: