Fior da Fiore (seconda parte)


farfalla bianca
Or siccome Matelda è l’ARTE, <<Dunque>> direte << noi siamo così vicini all’arte?>>
Sicuro! Che cosa è, in fin dei conti, l’Eden, dove è Matelda, la vostra vicina? È la natura stessa nostra che è, nelle sue origini, come Dante leggeva ne’ sacri libri, buona. E voi siete più presso all’origine, perché siete da poco al mondo a ber la luce. E siete dunque più presso alla natura, e perciò all’arte; perché l’arte è figlia della natura. Tutto l’operar dell’uomo è un cercar d’imitare ciò che vede intorno a sé; egli imita il vento, nel seminare, e il torrente, nello scavare la roccia. E tutto l’operare dell’uomo si riassume in questa parola arte. L’arte consiste per l’uomo, nel far da sé quello che vede nato fatto intorno a lui. E ce ne sono tante, di arti; ma si riducono tutte ad operare il bene per l’utile suo e altrui, con altrui e sua gioia.
Voi sapete quale fu l’arte di Dante: la poesia. Oh! L’arte per eccellenza! Perché, se mai altra, codest’arte è quella che diletta e l’autore e il lettore, e fa il bene…
Qui mi fermate. <<Fa il bene?>> dite. E soggiungete: <<Sappiamo (per udita) che c’è una poesia proprio e deliberatamente malefica, sozza e velenosa. E sappiamo che c’è chi proclama che deve celebrar l’arte per l’arte, e seguire il bello senza curarsi del buono, e poetare, non predicare>>. Oh vedete, fanciulli, che Dante può insegnare con la sua voce tuttora viva? No- egli grida dal suo volume eterno- no e no! L’arte non è arte e la poesia non è poesia, se non pura, se non è innocente, se non ha gli occhi luminosi ed il cuore mondo, se non sa e non insegna, se non è buona e non è benefica. Ogni arte, ma specialmente la poesia: come la poesia quasi compendio e simbolo d’ogni arte, è raffigurata dal poeta in Matelda. Ché Matelda par donna che balli, e Matelda canta, e Matelda coglie i fiori.
E voi le siete vicini a Matelda: all’arte dunque e  alla poesia. Le siete vicini. Sapeste! Noi, per vederla, come voi la vedete, sapeste quanto viaggio dobbiamo fare! Quello di Dante, presso a poco. Dobbiamo morire a tante cose! Cancellarne sin la memoria! E poi dobbiamo mondarci il cuore e l’occhio come attraverso un fuoco purificatore! E allora un po’ da lungi, di là del fiumicello, la vediamo la donna che canta e danza e coglie i fiori. E quel gran viaggio, ci accorgiamo che è un ritorno: un ritorno alla nostra fanciullezza. Noi camminiamo e camminiamo per tornare a vedere ciò che vedevamo da fanciulli, con gli occhi e col cuore d’allora. E Dante, codesto lo dice: anch’esso lassù torna fanciullo,
Or voi, fanciulli, rispetto a quest’arte dell’arti che è la poesia… E voi m’interrompete, chiedendo:<<Vorresti dunque che noi diventassimo poeti? Tutti? Non ce n’è già assai, di poeti?>>

Giovanni Pascoli
(Continua)
Annunci

Pubblicato da

tieniinmanolaluce

Sono attualmente avvocato, mediatore civile e commerciale, formatore di mediatori e mediatore familiare socio Aimef. Per undici anni sono stato docente di letteratura italiana e storia antica al liceo classico. Sono accademico dell'Accademia Internazionale di Arte Moderna. Scrivo da sempre senza privilegiare un genere in particolare. Ho pubblicato diversi libri anche in materie tecniche. Tra quelli letterari ricordo da ultimo: Un giardino perfetto, Poesie 2012-2016, Carta e Penna Editore, novembre 2016. La condizione degli Ebrei dai Cesari ai Savoia, Carta e Penna Editore, aprile 2017 La confessione, Dramma in quattro atti, Carta e Penna Editore, aprile 2017 Ho iniziato questo blog nel febbraio del 2006 e mi ha dato grandi soddisfazioni. Spero continuino anche su questa piattaforma. Tutto ciò dipende fondamentalmente dalla interazione con tutti voi, cari lettori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.