Annunci

Assente da me stessa/L’orizzonte


Grazie ai vostri commenti questo blog sta diventando una vera e propria antologia letteraria: ed è un modo di stare insieme e di fare nello stesso tempo cultura (lasciatemelo dire) che mi piace moltissimo; soprattutto mi consola,  perché da qualche anno non ho più il contatto con l’aula e mi manca tanto.

Qui il commentatore è a sua volta protagonista ed è splendido legare magari una lirica ad un’immagine che ne è stata data da parte di una persona che stimiamo e per cui proviamo affetto; pensate se a scuola si potesse ricordare l’enjambement  di una lirica, perché lo ha notato il proprio compagno di banco… sarebbe una bella rivoluzione!  

 Nuvole bianche

 Dalla poetessa…

Assente da me stessa
Ti guardo vivere
E tutta la mia vita è nei miei occhi:
ogni  pensiero la commuove
come lo spiffero una tremula
fiamma di candela
“Chiudi la porta, piano…”
che ancora sgocciolino i miei
lumi
di calde lente lacrime

 E da me…

L’orizzonte

 
Spalanco
l’orizzonte
se mi chiedi
di confrontarti
con il cielo.

Annunci

  1. semore bello leggere la vostra sonata a quattro mani…mancavo da un po’ per motivi di lavoro, ma sono passata subito a salutarvi e ad augurarvi uno splendido fine settimana. Le due liriche sono particolarmente belle proprio perchè formalmente così diverse…come se alla fine fossimo solo uomo e donna sotto lo stesso cielo, commossi entrambi dinanzi ai nostri orizzonti così colmi d’amore da donare reciprocamente l’uno all’altra. Rossana

    Mi piace

  2. I lumi che sgocciolano…anche questa è una di quelle cose che avevo imparato ai tempi del liceo…a me ricorda Pascoli e mi piace l’accostamento di una parola così elevata come lumi e di un aggettivo così terra terra come sgocciolano…mi piace che la commozione stia tutta in una candela e che gli occhi a distanza richiamino l’immagine della fiamma che si “commuove” per lo spiffero…e dirò a mio marito che è il mio orizzonte così magari mi porta a sciare!! una buona domenica a voi . Cris

    Mi piace

  3. …io neppure sapevo che ci fosse un poeta di nome Sbarbaro…ma quanto sono ignorante!…però l’immagine della donna come orizzonte è bella ed ancor più bella è quella richiesta “chiudi la porta, piano!”…quante volte le sbattiamo le porte senza pensare all’espressione di chi se la vede chiusa sul muso…ma qui il senso è ancor più profondo ed è per me un bell’inizio di esame di coscienza. Alla prossima settimana. Un abbraccio a tutti e due. Daniele

    Mi piace

  4. dimensione crepuscolare oggi! quell’assente da me stessa forse è solo apparente, ma è bella l’idea di una donna che concentri lo sguardo solo ciò che ama fino a commuoversi…e racconta di questa commozione facendosi fiamma che non vuole segnersi, non vuol che i suoi lumi, che la sua vita cessino di provar commozione…è molto aulica nel suo insieme. Che cos’è la porta? cosa rappresenta questa porta che dev’essere chiusa piano?…se la si sbatte la fiamma, la vita, si spegne!! E’ una preghiera, dunque a cui l’uomo risponde rassicurando che la porta è spalancata…mai verrà chiusa per lei, sempre la donna sarà cielo e orizzone, incommensurabile e irragiungibile, ma sempre desiderata. Assolutamente splendide nella loro straordinaria diversità stilistica…stiamo a vedere chi si unisce a questa sorta di antologia…mi pare ci sia un po’ di timor litterarum.

    Mi piace

  5. L’umanità possiede due ali: una è l’uomo e l’altra è la donna. Fino a quando le due ali non saranno ugualmente sviluppate l’umanità non sarà in grado di volare. E tutti noi, di questi tempi, abbiamo proprio bisogno di volare. E si può iniziare a sbattere le ali partendo dai vostri versi. Grazie…come sempre! un buon fine settimana

    Mi piace

  6. molto bene: la prima rievoca Sbarbaro, mentre la seconda per la sua essenzialità richiama i versi di Ungaretti. Questa volta il dialogo si staglia nettamente su due registri poetici diversi. La prima la intitolerei “Mi commuovi” ed è di un lirismo particolare…parlano le metafore e le similitudini con quel gioco allitterante nell’ultimo verso che cadenza il pianto di chi è commossa dinanzi a ciò che ama. La seconda è virile e vitale ed entrambe giocano con le porte…non è di facile comprensione questo.

    Mi piace

  7. si…sarebbe una rivoluzione…bisognerebbe avere i mezzi, ma può essere un’idea da realizzare. Le due liriche non sono mai state così diverse nel loro humus: stasera giocate con le porte! Originale e incisiva l’immagine della vita come fiamma di candela associata alla commozione della vista dell’amato che annienta quasi se stessa. Vitalissimo nel suo essere conciso l’orizzonte spalancato:immenso come il cielo, come la donna. Ancora…m’inchino e chapeau!Una buona serata e un buon fine settimana ad entrambi:penserò all’idea di cui sopra. Alessandra

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Italianostoria

Materiali per lo studio della Lingua e Letteratura Italiana, della Storia, delle Arti

INMEDIAR

Istituto Nazionale per la Mediazione e l'Arbitrato - Organismo di Mediazione iscritto al n° 223 del registro tenuto presso il Ministero della Giustizia

Via senza forma

Amor omnia vincit

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Riccardo Franchini. Godete

Bere Mangiare Viaggiare partendo da Lucca

telefilmallnews

non solo le solite serie tv

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Vincenzo Dei Leoni

… un tipo strano che scrive … adesso anche in italiano, ci provo … non lo imparato, scrivo come penso, per ciò scusate per eventuali errori … soltanto per scrivere … togliere il peso … oscurare un foglio, farlo diventare nero … Cosa scrivo??? Ca**ate come questo …

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Marino Cavestro

avvocato mediatore

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

beativoi.over-blog.com

Un mondo piccolo piccolo, ma comunque un mondo

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Theworldbehindmywall

In dreams, there is truth.

giacomoroma

In questo nostro Paese c'è rimasta soltanto la Speranza; Quando anche quest'ultima labile fiammella cederà al soffio della rassegnazione, allora chi detiene il Potere avrà avuto tutto ciò che desiderava!

Aoife o Doherty

"Fashions fade style is eternal"

PATHOS ANTINOMIA

TEATRO CULTURA ARTE STORIA MUSICA ... e quant'altro ...

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

quando la fine può essere un inizio

perché niente è più costante del cambiamento

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

centoceanidistorie

Cento pensieri che provano a prendere forma attraverso una scrittura giovane e ignorante, affamata solo di sfogo.

ognitanto|racconto

alberto|bobo|murru

vtornike

A topnotch WordPress.com site

Dale la Guardia

It's up to us on how to make the most of it.

proficiscorestvivo

A blog about travel and food - If you don't know where you're going, any road will take you there.

postnarrativacarrascosaproject.wordpress.com/

Postnarrativa.org è un Blog di scrittura onde far crescere limoni e raccogliere baionette, Blog sotto cura presso CarrascosaProject

Parole a passo d'uomo

Poesie e riflessioni sugli uomini del mio spazio e del mio tempo | di Cristiano Camaur

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Paolo Brogelli Photography

La poesia nella natura

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

existence !

blog de philosophie imprévisible, dir. Jean-Paul Galibert

mediaresenzaconfini

ADR a 360 gradi Conciliazione, mediazione , arbitrato, valutazione neutrale, medarb e chi ne ha più ne metta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: