L’eremita Atto II (Scena unica-parte quarta)


Rio di Guadi


Un uomo
Il mare non l’ho mai guardato… la natura è stata per me soltanto una cartolina, un dipinto da fissare senza partecipazione emotiva… quindi non so dirvi se il mare profumi davvero o se le onde possano cullare…

Un girasole
Vuoi dire che eri come cieco?

Un uomo
Di più… di più… anche sordo, privo del gusto, dell’odorato e del tatto…vivevo così… con l’unica preoccupazione di trovare abbastanza denaro per pagare l’affitto e le tasse

Una roccia
Allora hai fatto bene a venire qui… noi non chiediamo denaro…. non sapremmo cosa farcene…

Un girasole
Dimentica il senso del denaro… quello che voi gli date intendo…

Un uomo
E come si  può?

Una roccia
Noi ci riusciamo benissimo… e tu non mi sembra abbia fatto acquisti ultimamente!

Un uomo
Ma ti pare che stia bene…. così denutrito, lacero e sporco?

Un girasole
Tu stai benissimo…

Una roccia
Non ci hai osservato forse?

Un girasole
Noi non ci vestiamo e non ci preoccupiamo di sostenerci, noi pensiamo  soltanto ad assolvere il compito che ci è stato affidato

Un uomo
Ma io sono un uomo… ho necessità di nutrirmi… se c’è freddo di vestirmi… e quindi del denaro… anche i girasoli hanno bisogno della linfa… se non ci fosse morirebbero

Una roccia
Tu ribalti il senso della vita… amico mio

Un girasole
Non vivi certo per nutrirti e per vestirti… almeno lo spero per te: io tra poco sarò secco… il sole stesso che ho tanto adorato… mi brucerà… se pensassi a questo soltanto e alla linfa che morirà con me… mi resterebbe ben poca forza per  aprire i petali al giorno

Un uomo
Ma qualsiasi altro compito  mi venga affidato… ci sono cose che non posso evitare…  come fate a non capirlo…

Una roccia
Ora le stai facendo queste cose che dici?

Un uomo
Beh… mi nutro di frutta che trovo sugli alberi, di funghi crudi… bevo l’acqua della sorgente qui vicina… mi scaldo con la paglia dimenticata dai contadini della pianura…

Un girasole
Allora  il problema è solo il tuo aspetto… di come ti vedi tu… insomma

Una roccia
Ma se non ha nemmeno uno specchio…

(continua)

Autore: tieniinmanolaluce

Sono attualmente avvocato, mediatore civile e commerciale, formatore di mediatori e mediatore familiare socio Aimef. Per undici anni sono stato docente di letteratura italiana e storia antica al liceo classico. Sono accademico dell'Accademia Internazionale di Arte Moderna. Scrivo da sempre senza privilegiare un genere in particolare. Ho pubblicato diversi libri anche in materie tecniche. Tra quelli letterari ricordo da ultimo: Un giardino perfetto, Poesie 2012-2016, Carta e Penna Editore, novembre 2016. La condizione degli Ebrei dai Cesari ai Savoia, Carta e Penna Editore, aprile 2017 La confessione, Dramma in quattro atti, Carta e Penna Editore, aprile 2017 Ho iniziato questo blog nel febbraio del 2006 e mi ha dato grandi soddisfazioni. Spero continuino anche su questa piattaforma. Tutto ciò dipende fondamentalmente dalla interazione con tutti voi, cari lettori.

One thought on “L’eremita Atto II (Scena unica-parte quarta)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.