Donna si sente


mare e radura

Ecco la mia replica alla lirica senza nome, ma direi dalla meritata fortuna.
Dice il vero Feboapollo quando afferma che il sudario richiama anche l’eros, ma  pure Salvatore quando parla di sacramento: almeno così soggiunge la poetessa, davvero onorata di tanta attenzione.
Non fischiatemi troppo invece, proprio perché lo meriterei: grazie davvero a tutti dell’affetto ed anche della bellezza che continuate a riversare su questo blog.

 

Donna si sente

Non riesco
a condensare
le nuvole
ed il sole
si vergogna
un poco.
Resta sospesa
per te
natura
ed il mare
donna si sente
e le foglie
rimangono sui rami
nel silenzio
che pure donna
si sente.
Avvolgimi tu
e saremo
ancora
e finalmente
in armonia
costola e
radice.

Autore: tieniinmanolaluce

Sono attualmente avvocato, mediatore civile e commerciale, formatore di mediatori e mediatore familiare socio Aimef. Per undici anni sono stato docente di letteratura italiana e storia antica al liceo classico. Sono accademico dell'Accademia Internazionale di Arte Moderna. Scrivo da sempre senza privilegiare un genere in particolare. Ho pubblicato diversi libri anche in materie tecniche. Tra quelli letterari ricordo da ultimo: Un giardino perfetto, Poesie 2012-2016, Carta e Penna Editore, novembre 2016. La condizione degli Ebrei dai Cesari ai Savoia, Carta e Penna Editore, aprile 2017 La confessione, Dramma in quattro atti, Carta e Penna Editore, aprile 2017 Ho iniziato questo blog nel febbraio del 2006 e mi ha dato grandi soddisfazioni. Spero continuino anche su questa piattaforma. Tutto ciò dipende fondamentalmente dalla interazione con tutti voi, cari lettori.

5 pensieri riguardo “Donna si sente”

  1. .. mi inserisco in un discorso già iniziato e non riesco ad apprezzare interamente quanto hai scritto, ma la poesia è davvero una meraviglia. Da poche parole, dall’eden, si amplia lo sguardo a tutta la perfezione e completezza del creato.

    "Mi piace"

  2. Meglio letta, nella sua completezza, che declamata in briciole fra i fumi del barbera ad un tavolo del circolo culturale ove è esposta una copia delle tue odi.
    Complimenti al cantore dell’effimero che, tuttavia, con la zampata del leone riporta i piedi (oops le radici) saldamente ancorate al rifuggere la solitudine che Ella, quotidianamente, ti dona.

    "Mi piace"

  3. ih ih ih, scusa se rido..il pensiero che da un luogo nefasto, inospitale, provinciale, vuoto, disumano come la bella Arenzano (“al rivo de la ligure Piaggia”bleach! detesto il Carducci) sia fuoriuscito un siffatto fiore nel deserto, beh, mi commuove…detto da una fanciulla che ha avuto la disgrazia di crescere, in quel di Arenzano…
    un ammirato saluto,
    P.

    "Mi piace"

  4. …molto significativa e colma di echi d’annunziani. Ritrovo in questi versi un riferimento alla maternità, un forte riferimento, ma non sono donna, ahimè, e come dicevo prima non sono neppure poeta quindi potrei aver interpretato male il senso della replica. Ho una notte dinanzi per pensare e prometto di farlo portandomi i vostri versi nel cuore.Grazie per tutte le sue puntuali e gradite risposte. una buona serata

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.